Primo scatto d'amore social per Afef Jnifen e il suo Alessandro Dal Bono, l'imprenditore milanese con il quale sarebbe dovuta convolare a nozze già lo scorso anno, ma con cui sembra che che i fiori d'arancio tardino ad arrivare. In ogni caso il gesto è senza dubbio significativo, dal momento che la donna non è mai stata molto avvezza all'utilizzo dei social network, dove non ha mai voluto sbandierare la sua vita privata.

La prima foto romantica sui social

Uno scatto al tramonto dove la coppia si mostra complice e innamorata, avvolta dalla luce calda del sole che scende alle loro spalle, mentre sono intenti a guardarsi con trasporto negli occhi. Dopo una foto così non ci sono dubbi sul fatto che la modella tunisina e l'imprenditore milanese a capo di un'importante azienda farmaceutica sono ormai l'uno la metà dell'altro. La loro storia d'amore è nota già da diverso tempo, almeno dello scorso anno, sebbene nessuno dei due abbia mai esternato pubblicamente i propri sentimenti, vivendosi questa storia d'amore nel più assoluto riserbo. La proposta di matrimonio, in realtà, sarebbe arrivata la scorsa estate, mentre la coppia si godeva una vacanza a Positano, e alla domanda la risposta non poteva che essere affermativa. Paparazzati in giro per Milano per un po' di tempo i due sono scomparsi dalla cronache rosa, tanto che molti pensavano che l'amore fosse già finito. La foto, quindi, va a smentire le presunte voci di rottura.

💌🧿

A post shared by Afef Jnifen (@afefjnifen) on

I tre matrimoni di Afef

In fatto di matrimoni Afef non è certo rimasta a digiuno, anzi, può vantarne ben tre che ormai si è lasciata alle spalle. Le prime nozze sono state con un ragazzo tunisino, quando era poco più di un'adolescente, un vero e proprio atto di disobbedienza contro di suoi genitori. Il secondo matrimonio, invece, è avvenuto in Italia con l'avvocato Marco Squattriti con il quale ha anche avuto il suo unico figlio, Samy. Infine, il matrimonio più importante, quello che sicuramente è noto ai più, ovvero quello con Marco Tronchetti Provera, risalente al 2000 e conclusosi nel 2018.