Lino Guanciale è convolato a nozze con Antonella Liuzzi. L'attore e la docente della Bocconi hanno celebrato il matrimonio in gran segreto, invitando alla cerimonia solo i parenti più stretti e gli amici più cari. Una scelta decisamente coerente con l'assoluta riservatezza del quarantunenne, amatissimo dal pubblico per fiction come Non dirlo al mio capo, L'allieva, La porta rossa, Che Dio ci aiuti e che si prepara a essere protagonista dell'autunno targato Rai.

Prima del matrimonio, era fidanzato con Antonietta Bello

Prima di conoscere e innamorarsi di Antonella Liuzzi, Lino Guanciale ha avuto una lunghissima relazione con una collega. Nel 2010, infatti, si è fidanzato con l'attrice Antonietta Bello. Una storia d'amore durata diversi anni. Si sono conosciuti in un'aula universitaria dove Guanciale teneva un corso che la Bello seguiva. Al magazine Intimità, l'attore raccontò:

"Successivamente Antonietta mi ha chiamato perché voleva fare dei provini per entrare in un’importante scuola di recitazione. A quel punto l’ho aiutata, l’ho seguita, le ho dato una mano e da lì è partito il nostro amore. Matrimonio? Assolutamente non ci penso (ride, ndr). Sono gentile, educato, ma sempre anarchico".

Antonietta Bello sulle nozze di Lino Guanciale

In queste ore, Antonietta Bello ha pubblicato una foto sui social. Una utente ne ha approfittato per rimarcare la sua bellezza. Inoltre, ha espresso il suo dispiacere nel vedere un'altra donna diventare la moglie di Guanciale: "Sei molto bella, dovevi esserci tu vicino a Lino". Antonietta Bello non si è scomposta. Ha sedato ogni polemica sul nascere: "Tesoro, vicino Lino è giusto ci sia colei di cui Lino è innamorato, non credi? Comunque, grazie mille per il complimento, quello è piacevole assai". Dalla sua risposta appare evidente che non si stia struggendo per il suo ex fidanzato.

Già in passato, quando Guanciale uscì allo scoperto con Antonella Liuzzi, in tanti si precipitarono sul profilo di Antonietta Bello esprimendole solidarietà. Anche in quell'occasione, l'attrice gettò acqua sul fuoco:

"Fate l'amore non fate la guerra. Signore e signori! Perché tirare in ballo me? Se Lino ha voluto aprire uno spiraglio sulla sua vita privata e mostrarvi una cosa bella siatene felici. Come lo sono io! Detto questo, che nessuno si permetta di scatenare crociate sciocche a nome mio! Le ripudio tutte! Che vi pensate? Che io me ne sia rimasta con le mani in mano? In questo tempo mi sono innamorata altre mille volte…di persone, donne, uomini, amici, libri, gatti, mostri della mia vita! Ma il mio privato, è solo mio!".