Lisa Fusco ha rilasciato una lunga intervista al settimanale ‘Vero'. L'ex concorrente del ‘Grande Fratello Vip 2018‘ si aspettava che la partecipazione al reality rappresentasse la sua rivincita. Al contrario, l'esperienza si è conclusa in un battito di ciglia. A punirla, a suo dire, sarebbe stata l'accusa di omofobia scagliata contro Enrico Silvestrin: "Sono stata punita per quello che ho detto in merito a Enrico Silvestrin. Ho agito con leggerezza utilizzando la parola ‘omofobo', ma per me il termine che ha usato lui è offensivo. Mi sono sentita punta sul vivo".

L'annuncio di Lisa Fusco

La partecipazione al ‘Grande Fratello Vip 2018' si è conclusa con un nulla di fatto e la showgirl non è riuscita a conquistare la notorietà e lo spazio a cui aspirava. Così, Lisa Fusco ha preso una decisione drastica. Si è detta decisa a lasciare il mondo dello spettacolo. Intende ritirarsi alla fine dell'anno:

"Il reality doveva essere la mia rivincita, ma visto com'è andata a finire ho deciso che a dicembre mi ritirerò dallo showbiz perché non voglio regalare più la mia presenza a nessuno. Ho regalato sorrisi, non volgarità, ma non mi sono sentita apprezzata, accettata. Che lo showbiz si tenga i suoi personaggi finti! lo ho dato il meglio di me e sono orgogliosa di me stessa".

Lo spirito di suo padre si manifesterebbe attraverso la stampante

Infine, Lisa Fusco è tornata a parlare del vuoto lasciato da suo padre, scomparso nel 2014. Come già aveva fatto in passato, ha ribadito di riuscire a comunicare con lui attraverso la stampante. A suo dire, ogni volta che si sente afflitta o di malumore, si accenderebbe una luce: "Mio padre, che è mancato, comunica con me attraverso la stampante. Se sono triste o sto male si accende da sola e la luce illumina la stanza. È il suo modo per farmi sentite la sua presenza".