Un'altra collaboratrice di Meghan Markle, la quarta per la precisione, ha deciso di fare le valigie e di lasciare il Palazzo Reale. Amy Pickerill, 33enne assistente della Duchessa di Sussex, secondo quanto riportato dal sito Daily Mail si trasferirà all'estero subito dopo la nascita del piccolo Royal baby, prevista per aprile.

Il mistero delle collaboratrici

Si dice che Meghan Markle abbia un caratterino tutt'altro che semplice da gestire e che lavorare con lei sia davvero molto complicato. La fuga delle sue assistenti, in questi mesi, non ha fatto altro che dare ancora più voce a pettegolezzi che dipingono la moglie del Principe Harry come una persona dispotica e capricciosa, solita, pare, inviare email e fare telefonate ai suoi assistenti alle 5 del mattino (secondo quanto riportato dalla stampa locale), con la quale è impossibile avere a che fare. Prima di Amy Pickerill, infatti, a salutare per sempre il Kensington Palace, sono state altre tre donne, Samantha Cohen, che dopo aver servito personalmente la regina Elisabetta per ben 17 anni ha deciso di abbandonare l'incarico di assistente personale dell'ex attrice, Melissa Touabti e una rappresentante del servizio di sicurezza. Tutte "misteriosamente" scappate dopo un lungo tempo di onorato servizio a corte.

Una ribelle a corte

Meghan Markle, sin dal suo ingresso nel 2017 nella Royal Family, ha fatto molto discutere. Tutti i riflettori sono da sempre puntati su di lei, sulla bellissima attrice divorziata che è riuscita a rapire il cuore dell'ex scapolo d'oro d'Inghilterra, convolando a nozze reali. La 37enne, in attesa del suo primogenito che nascerà nella primavera del 2019, con il suo spirito anticonformista e le sue sempre più frequenti rotture del protocollo reale, sembra aver portato non poco scompiglio a corte, tant'è che i rumor gridano ad un rapporto non proprio serenissimo con sua Maestà.