18 Giugno 2015
12:55

Morto il primo Ken umano, arriva Mauricio Galdi: è il nuovo sosia del compagno di Barbie

Con la morte di Celso Santebañes, primo Ken umano deceduto a causa di una grave forma di leucemia, si riapre la corsa al titolo di sosia del compagno di Barbie. Già reduce da 8 interventi chirurgici, dal Brasile arriva Maurizio Galdi.
A cura di Stefania Rocco

Dopo la morte di Celso Santebañes, deceduto a causa di una grave forma di leucemia a soli 20 anni, arriva dal Brasile il nuovo Ken umano, l’uomo che si è proposto di conquistare il titolo e la notorietà mondiale a esso collegata. Si chiama Mauricio Galdi e ha 27 anni questo ragazzo che ha modificato il suo aspetto fisico per diventare in tutto e per tutto simile al celebre compagno di Barbie pensato dalla Mattel. Sono 8 gli interventi di chirurgia estetica cui quest’uomo si è già sottoposto nell’arco della sia giovane vita, relativamente pochi ma i risultati raggiunti sono incredibili. Il suo percorso è cominciato con una rinoplastica cui sono seguite una serie di iniezioni di polimetilmetacrilato necessarie a scolpire alcune zone del viso. Di se stesso dice di non aver modificato il suo aspetto fisico con l’intento di somigliare a Ken. Sarebbe stata la stampa a imporgli l’appellativo di Ken umano, cui lui si sarebbe semplicemente adeguato:

Non mi sono dato io questo soprannome, sono stati i media. Non ho mai cercato di essere Ken, è qualcosa che è venuto in maniera naturale.

A questa fama, però, si presto abituato tanto che sul suo profilo Instagram – seguito da oltre 21 mila followers – è solito postare scatti in cui posa accanto alla celebre bambola Mattel.

Si è affidato alla chirurgia perché considerato “non troppo bello”

Il nuovo Ken umano Mauricio Galdi
Il nuovo Ken umano Mauricio Galdi

La passione di Mauricio per le Barbie affonda le sue radici nel passato. Figlio di un distributore cinematografico, è cresciuto in un quartiere borghese di San Paolo dove, fin da piccolo, ammirava le sue coetanee per la possibilità che avevano di giocare con le Barbie senza doversi nascondere:

Da piccolo invidiavo le ragazze che avevano le bambole. Per loro giocare con Barbie e Ken era socialmente accettabile. Li vedevo e volevo fare la stessa cosa, ma non l'ho mai fatto per paura dei pregiudizi.

A 17 anni cominciò a frequentare un corso di recitazione e fu proprio in quel periodo che decise di cominciare a modificare il suo aspetto attraverso la chirurgia. All’epoca, non era considerato sufficientemente bello per poter lavorare nel mondo del cinema. Prima che Celso morisse, i due avevano ingaggiato una dura battaglia a distanza, a colpi di insulti e foto volte a dimostrare quale tra i due fosse il più bello. Ciò non ha impedito a Mauricio di mostrare apertamente il suo cordoglio nel momento in cui ha appreso della sorte del rivale. “Il mio cuore è pieno di dolore in questo momento, è tutto inspiegabile” scrisse sui social dopo la morte del giovane. Oggi l’unico uomo di grado di attentare al titolo ambito da Galdi è Justin Jedlica, il Ken americano famoso per essersi sottoposto a ben 190 interventi di chirurgia estetica.

È morto il Ken umano, il ventenne Celso Santebanes aveva la leucemia (FOTO/VIDEO)
È morto il Ken umano, il ventenne Celso Santebanes aveva la leucemia (FOTO/VIDEO)
Il "Ken umano" di nuovo sotto i ferri per innestare delle "ali d'angelo"
Il "Ken umano" di nuovo sotto i ferri per innestare delle "ali d'angelo"
Il Ken Umano: 191 operazioni per essere tutto di plastica
Il Ken Umano: 191 operazioni per essere tutto di plastica
44.033 di Spettacolo Fanpage
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni