video suggerito
video suggerito

Nancy Brilli con Pupi D’Angieri, ex braccio destro di Arafat: è tra i più ricchi del mondo

Si chiama Pupi D’Angieri l’uomo fotografato accanto a Nancy Brilli nella notte romana. Tra gli uomini più ricchi del mondo, è stato il braccio destro di Arafat.
A cura di Stefania Rocco
12 CONDIVISIONI
Immagine

Chi è l’uomo fotografato accanto alla neo single Nancy Brilli nella notte romana? Si tratta di Pupi D’Angieri, uno tra gli uomini più ricchi del mondo. L’attrice e il diplomatico sono stati fotografati all’esterno di un ristorante della Capitale dove avevano appena consumato una cena. Dopo, D’Angieri e la Brilli si sarebbero concessi una passeggiata e proprio in quel frangente sarebbero stati pizzicati dai paparazzi.

Chi è Pupi D’Angieri

Pupi D’Angieri è un diplomatico, ambasciatore per gli Affari europei del Belize. È stato il braccio destro di Arafat. Forbes l’ha inserito al 601esimo posto tra gli uomini più ricchi del mondo. Vanta una collezione di ben 23 Rolls Royce e pare si faccia stirare i quotidiani dal suo maggiordomo prima di farseli portare a letto, affinché non macchino le lenzuola. D’Angieri vanterebbe amicizie altolocate nel mondo del jet set, compresa quella con Lele Mora. Tra le sue ex figurerebbe Elisa Isoardi, attuale compagna di Matteo Salvini.

Il divorzio da Roy De Vita

Oggi Nancy Brilli risulta essere single. È terminata da qualche mese la storia d’amore con il chirurgo Roy De Vita, suo compagno storico. I due, dopo aver smentito a più riprese una crisi che sembrava durare da qualche anno, sono infine usciti allo scoperto, dichiarando pubblicamente di essersi lasciati. Prima del crack, avevano comunicato l’intenzione di sposarsi.

L’attrice è madre di un figlio

L’uomo più importante nella vita di Brilli resta il figlio Francesco. Oggi 17enne, Chicco è nato dal matrimonio con Luca Manfredi. Nancy si dichiara una mamma fortunata e, soprattutto, particolarmente orgogliosa del suo bambino che sarebbe buono, diligente e bravo a scuola:

Io sono una mamma un po' apprensiva, ma non possessiva. Mio figlio boccia i miei progetti ogni tre secondi dicendo: ‘A mà!'. Però sono fortunata, è un ragazzo facile, ha un carattere semplice, va bene a scuola, è carino ed educato perché l'ho educato bene, ci tenevo. Il Signore mi ha dato un bacetto in fronte. Nonno Nino gli voleva molto bene.

12 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views