Alla fine, pur di evitare incidenti istituzionali, salterà la presenza degli Obama alle nozze del principe Harry e Meghan Markle, che si terranno a Londra il 19 maggio 2017. Al matrimonio dell'anno non parteciperanno personaggi politici, come ha spiegato il portavoce del premier britannico Theresa May: "È stato deciso che per il matrimonio del principe Harry e Ms. Meghan Markle non è richiesta una lista di leader politici". Di fatto, dunque, il matrimonio dell'anno resterà un evento di enorme rilievo a livello internazionale, ma più per quel che riguarda la cronaca rosa e il costume che per la rilevanza istituzionale.

La polemica, o sarebbe meglio definirlo un potenziale incidente istituzionale, era dietro l'angolo. Perché si sa fin troppo bene, c'è stato molto interesse a rimarcare la cosa, che tra l'erede al trono che convolerà a nozze fra poco più di un mese e l'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama c'è un grande rapporto di amicizia e complicità. Non solo per quell'intervista radiofonica che Harry aveva fatto all'ex inquilino della Casa Bianca per la BBC, ma anche per una sostanziale condivisione di valori. un suo eventuale invito alle nozze reali si sarebbe rivelato un problema soprattutto per una piccola "coincidenza", ovverosia che l'attuale presidente Donald Trump non è ancora stato a Londra dall'inizio del suo mandato. La lista degli invitati avrà dunque una componente istituzionale pressoché nulla, vista l'assenza di molti aristocratici europei, tra i quali saranno invitati solo coloro che godono di un rapporto consolidato con i reali.

Persone "comuni" invitate alle nozze reali

Non mancheranno invece gli invitati simbolici, persone comuni che la corona inglese intende omaggiare con un riconoscimento pubblico. Si tratta di sudditi impegnati nel sociale, protagonisti di storie dall'importante valore sociale e, in questo senso, politico: ad esempio Philip Gillespie, 30 anni, mutilato nel conflitto Afghanistan, la chef Rosie Ginday, fondatrice di un'azienda che dà possibilità di lavoro a persone disagiate, oltre ad Amelia Thompson, fl’attentato alla Manchester Arena di un anno fa, o l'attivista Zoe Arundell, impegnata lavorativamente per un'associazione benefica e molto stimata da Harry.

Gli ospiti del mondo dello spettacolo

Grande spazio, invece, per i rappresentanti del mondo dello spettacolo, molti dei quali hanno un rapporto molto stretto con i rappresentanti della corona. A parte l'imprescindibile presenza di Elton John, baronetto e grande amico della principessa Diana, ci sarà ad esempio Ed Sheeran, l'artista più ascoltato al mondo. Ma la notizia di cui si è tanto parlato nelle scorse settimane è la presenza di tutte e quattro le componenti delle Spice Girls, che per l'occasione si esibiranno proprio per gli sposi. Harry aveva conosciuto le quattro cantanti quando era solo un adolescente, all'apice del loro successo e, quando ne ha avuto possibilità, non ha mai mancato di ricordare che quello sia stato il giorno più bello della sua vita.