Megan Fox è stata per anni sovraesposta sul piccolo e grane schermo. Sensualissima protagonista di Transformers fino al 2009, la sua vita privata ha riempito pagine e pagine di rotocalchi. Il legame con Brian Austin Green, poi il presunto tradimento e la crisi seguita dall’inaspettato matrimonio: per anni i media americani e non solo hanno prestato particolare attenzione a tutto ciò che accadeva nella vita di Megan e sul set. Fino al momento in cui, diventata mamma, l’attrice è sparita, diluendo perfino gli impegni professionali. A distanza di qualche anno da quel momento, è stata la moglie del David di Beverly Hills 90210 a spiegare a Entertainment Tonight i motivi della distanza interposta tra lei e le scene:

Nel 2009, poco dopo l’uscita del film Jennifer’s Body, ho avuto un crollo psicologico. Un problema legato non solo a quel film, ma che io dovevo affrontare ogni giorno della mia vita, tutto il tempo. Lo ritrovavo in ogni progetto e con ogni produttore. Ho attraverso un momento davvero buio, è stata durissima.

Megan Fox bambola sexy, un’etichetta opprimente

A spingere Megan a cercare silenzio e quiete è stata l’etichetta scomoda di “bambola sexy”, una considerazione contro la quale l’attrice continuava a scontrarsi progetto dopo progetto: “Non volevo essere vista, posare per una foto, comparire sulle riviste, sfilare sul tappeto rosso. Avevo la paura e la convinzione che sarei stata presa in giro, o che qualcuno si sarebbe messo a gridarmi contro, o che la gente mi avrebbe assalito per il solo fatto che stavo in giro”.

Il timido tentativo di rientrare sulla scena nel 2014

Licenziata da Transformers 3 per avere apertamente criticato i metodi di lavoro del regista Michael Bay – lo aveva paragonato a Hitler nel corso di un’intervista – Megan ha smesso di lavorare a quei ritmi frenetici, per volontà e per mancanza di ruoli che ritenesse appropriati a scrollarsi di dosso l’etichetta di sex symbol. Fino al 2014 c’è stato spazio per lei solo in qualche piccola produzione, mentre nel 2014 è arrivata l’occasione di prendere parte ai due film sulle Tartarughe Ninja e alla serie tv New Girl. Quell’occasione che poteva trasformarsi in una ripartenza non ha dato all’attrice i frutti sperati.