Sono passati quasi cinque mesi da quando Sara Affi Fella, ex protagonista di Temptation Island prima e tronista di Uomini e Donne poi, si è ritrovata al centro di uno scandalo che ha sconvolto e infiammato il mondo del noto programma di Maria De Filippi. Con un'intervista esclusiva al settimanale Chi, Sara rompe il silenzio e dichiara: "Non passo per la vittima. Non passo per l’ingenua che ha sbagliato a causa della giovane età, né per la scalatrice sociale disposta a tutto per fama e soldi. Metto la faccia e chiedo scusa".

Il trono e la scelta di Luigi Mastroianni

Durante “Temptation Nip” torna insieme al fidanzato storico Nicola Panico, ma pochi mesi dopo lo lascia e allora la redazione di “Uomini e Donne”, e la stessa Maria De Filippi, le offre l’opportunità di trovare il vero amore come tronista. Lei la prima volta rifiuta, la seconda accetta: "Durante la trasmissione scelgo Luigi. Ma in realtà non era amore. Ho provato a conoscerlo lontano dalle telecamere, ma la storia non è decollata lo stesso. Così, quando lui viene a casa mia per parlarmi e per dirmi che le cose non vanno bene, ci lasciamo. E a dire la verità, mi tolgo un peso". Se fosse finita lì, tutto ok. La solita storia nata davanti alle telecamere e non decollata. Lontano dagli studi tv, però, esce fuori che Sara Affi Fella era ancora fidanzata (in gran segreto) con Nicola Panico, suo ex fidanzato e calciatore militante in squadre minori. E questa verità è emersa proprio grazie a Nicola, che ha scelto di non stare al gioco con lei, ma di smascherarla.

Le minacce e l'anoressia

Da quel momento scoppia il Sara Affi Fella Gate. I social la massacrano, la redazione si sente presa in giro, gli sponsor la abbandonano, idem i seguaci sui social network. E a quel punto Panico affonda definitivamente Affi Fella. Lo scandalo riempie siti e magazine. E Sara che cosa fa?  Lascia definitivamente Nicola, scappa e si fidanza con un altro ragazzo: Vittorio Parigini, calciatore del Torino. Volano insulti tra Parigini e Panico, fino a quando il bomber molla la Affi Fella. E la carriera della ragazza affonda.

Chiedo scusa a Maria De Filippi, la redazione di Uomini e Donne, Raffaella Mennoia, Ho tradito la loro fiducia, quando ero seduta sul trono ero ancora insieme a Nicola Panico, ma non avevo il coraggio di dirlo a chi mi stava dando un’opportunità. Vi prego, non lanciate sassi contro di me, perchè sto male (piange ndr). Non so più come urlarlo.

La versione integrale dell'intervista

"Avevo paura di deludere le persone e non ce l’ho fatta. Ho rubato il sogno ad un’altra ragazza" risponde quando le chiedono perché non si sia ritirata per tempo. E sull'ex Nicola Panico aggiunge: "Più volte gli ho detto che volevo lasciare, ma lui mi diceva ‘Continua perché è un’opportunità’. Dovevo ascoltare me stessa, non ne ho avuto la forza anzi ne ho approfittato come se fossi ‘drogata’ della tv. Durante il trono, in silenzio, sono stata male fisicamente. Nicola lo ha raccontato e ha violato un mio dato sensibile. Ho subito un intervento grave, in quel momento lui era con me. Avevo un melanoma maligno, non c’ero con la testa. Quando ho ripreso in mano la mia vita ho capito che Nicola era un affetto fraterno. Per me era finita. Succedeva ad agosto. Dopo il trono e prima che il caos scoppiasse. Il fatto che fosse nascosto nell'armadio? Follia. Falso. Non so nemmeno come abbia potuto dire una cosa simile". Sara sostiene che, con l'uscita delle prime foto con Vittorio Parigini, Panico abbia scelto di vendicarsi:

Aveva capito che mi aveva perso e si è vendicato. Diventa un film horror. Vittorio mi lascia e fa bene. Mi sono sentita un involucro vuoto. Sono entrata in anoressia, ora mi segue uno psicologo. Ho chiuso i social perchè gli ‘haters’ mi stavano massacrando il cervello. Del lavoro perso non m’importa. La testa quando viene colpita fa brutti scherzi. Sono stata chiusa in casa per mesi. Tutte le stupidate scritte sui Social erano fake news. Non vedevo la luce. Ho subito minacce di morte, mio padre è stato umiliato sul lavoro. Svegliarsi la mattina e leggere “Muori tr…a” o “Ti sei venduta per una borsa Gucci” anche sui muri, fa male. Ho guadagnato qualcosina. L’essere indipedente mi ha fatto stare bene. Ma è stato un errore. Non volevo, non dovevo. Stop. Non sapevo come uscirne. Con i soldi rimasti ho pagato la retta universitaria

Sara racconta di avere sentito Vittorio Parigini a Natale ("A Natale ho sentito Vittorio per gli auguri. È stata una bella sensazione. Ma in primis voglio tornare a vivere!"), ma il suo appello resta principalmente personale: spera di potersi mettere alle spalle questa storia, tornare a vivere. "Ho perso peso, prendo farmaci che gonfiano molto. Questo è un urlo di dolore!" racconta, rendendo note le difficoltà vissute negli ultimi mesi. Spera di tornare alla vita di sempre, come quella che viveva prima di accettare il trono:

Non accetterei il trono. Non prendere in giro professionisti come Maria alla quale chiedo ancora scusa. Mi sono fatta schifo, non volevo più essere Sara, ho odiato me stessa, mi sono fatta schifo. Ma ripeto: abbiate pietà. Merito di vivere come una ragazza normale.