Caso "Selvaggia suca", il giorno dopo. La giornalista-editorialista de "Il Fatto Quotidiano" e giudice di "Ballando con le stelle" Selvaggia Lucarelli, a 24 ore della fuga di notizie che avrebbe svelato la scritta sessista sulla maglietta, costata la squalifica a Luigi Mario Favoloso, torna a parlare della vicenda su Twitter arricchendo con un nuovo particolare la vicenda. Mediaset non avrebbe presentato nessun tipo di scusa, non si sarebbe palesata in nessun modo nei confronti della giornalista che, sfogandosi in un tweet, chiede che almeno "questa persona sia fuori dagli show".

Il messaggio di Selvaggia Lucarelli

Selvaggia Lucarelli ha pubblicato poche ore fa questo messaggio su Twitter. Sottolinea il fatto che nessuno da Mediaset le ha fatto "mezza scusa", auspica che "questa persona sia fuori dagli show e non, come mi dicono, sotto contratto per le varie ospitate a #Gf e Domenica Live con la fidanzata". Il riferimento è per Luigi Mario Favoloso e Nina Moric. Precedentemente, Selvaggia Lucarelli aveva già puntato il dito contro Barbara D'Urso, colpevole di aver dedicato "mezzo programma" a Favoloso prima di squalificarlo.

Visto che non ho avuto mezza scusa neanche da Mediaset perché “Selvaggia suca” va bene, mi aspetto almeno che questa persona sia fuori dagli show e non, come mi dicono, sotto contratto per le varie ospitate a #gf e Domenica live con la fidanzata. Per le donne, non per me.

La frase sessista di Luigi Mario Favoloso

La notizia circa la frase sessista che Luigi Mario Favoloso avrebbe scritto con il rossetto sulla maglietta bianca, "Selvaggia Suca", è rimbalzata tra gli addetti ai lavori già dalle prime ore del mattino di ieri. Il primo a pubblicarla è stato il blogger Davide Maggio, il quale cita una frase che avrebbe detto Simone Coccia Colaiuta ai ragazzi della casa nel raccontare cosa sarebbe successo in quella notte.