In merito alla vicenda del matrimonio di Pamela Prati, con il coinvolgimento delle due agenti Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo, Fanpage.it è entrato in contatto con Sergio Arcuri, fratello della più nota Manuela. L’uomo, anche lui attore, ci ha raccontato di avere avuto in passato, intorno al 2010, contatti proprio con la Perricciolo che, dopo avergli detto di avere stretti rapporti con la Regione Calabria, avrebbe proposto uno spot per la sicurezza stradale alla sorella famosa e avrebbe rifilato a lui un assegno scoperto, a titolo di pagamento per la conduzione di una serata in un noto comune calabrese:

Quando ho visto la puntata di Live – Non è la D’Urso alla quale hanno partecipato Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo, mi sono tornati alla mente alcuni episodi. Con loro ho avuto un problema di lavori non pagati. Pamela mi propose di fare il presentatore per una serata in piazza in Calabria. Dopo la serata, a garanzia del pagamento, mi consegnò un assegno di 3/4000 euro. Quando provai a incassarlo, intorno a settembre del 2010, la banca mi fece presente che il titolo era scoperto. Non l'ho incassato, me l'hanno restituito altrimenti andava in protesta. Era stata la Perricciolo a emetterlo e a spiegarmi che sarebbe servito da garanzia, visto che il comune avrebbe impiegato un po’ di tempo a pagare. Mi fidavo perché loro millantavano amicizie con numerosi personaggi famosi. Avevo due strade a quel punto: andare avanti con la denuncia o soprassedere.

Soprassiede Arcuri, dopo essere stato avvisato dalla banca in merito all'importo scoperto, per appurare la volontà di protestare l'assegno o meno. E si chiude lì la parentesi della collaborazione con l'agenzia e la Perricciolo, a causa anche dell'incidenza dei fatti della sorella Manuela, che nello stesso periodo, stando ai suoi racconti, avrebbe subito il tentativo di coinvolgimento nella conoscenza di tale Simone Coppi, rivelatosi poi inesistente.

La replica di Pamela Perricciolo

Contattata da Fanpage.it, Pamela Perricciolo ha fornito la sua versione dei fatti. Stando a quanto riportato dall'agente di Pamela Prati, l'assegno in questione non sarebbe mai stato incassato, altrimenti sarebbe stato soggetto a contestazione diretta della banca. A memoria, essendo passati quasi 10 anni, non ricorda come avvenne la retribuzione relativa alla serata tenutasi nel comune calabrese, che però ad oggi ricorda esserci stata tra i lavori condivisi con Sergio Arcuri in quel periodo:

Non mi ricordo bene di un assegno del 2010, sono passati diversi anni. La serata la ricordo, ma non fu commissionata dalla Regione Calabria, perché non abbiamo mai avuto mandati dalla Regione. Se l'assegno fosse stato incassato, sarebbe stato soggetto a contestazione e finito in mano a un notaio, ma se non l'ha incassato non può dire che non è buono. Inoltre, non ha potuto controllare prima se c'erano i soldi, perché l'assegno va solo versato, non puoi chiamare prima per sincerarti che i soldi ci siano o meno. Il signor Arcuri, se ha un assegno, dovrebbe avere anche un contratto e una fattura.

Il contatti nel mondo di Uomini e Donne

Sergio Arcuri non ha mai voluto fare causa perché, a suo dire, ha avuto timore di inimicarsi un'agenzia che, stando a quanto dettogli, lavorava molto bene nel mondo dello spettacolo e avrebbe potuto causargli un ritorno d'immagine negativo. Motivo per il quale, dopo aver appreso e constatato che i soldi non gli sarebbero mai arrivati, avrebbe messo fine a tutta la storia senza azioni legali:

Non ho mai fatto causa, probabilmente sbagliando. Dicevano che avrebbero portato molto lavoro anche a mia sorella Manuela. Avevo paura di andargli contro e ottenere in cambio un ritorno negativo d’immagine, quindi decisi di desistere e accettare il fatto di non essere stato pagato. Ricordo che sostenevano di avere contatti ovunque, perfino con Maria De Filippi. Mi dissero che, se mai avessi voluto, sarei potuto andare sul trono di Uomini e Donne visto che conoscevano tutti, dalla conduttrice a Raffaella Mennoia e Vanessa Collini.

Il finto cugino presentato a Manuela Arcuri

Sergio racconta quanto sarebbe accaduto tra Manuela Arcuri, Pamela Perricciolo ed Eliana Michelazzo. Anni fa, sempre intorno al 2010, anche all’attrice sarebbe stato virtualmente presentato un cugino bellissimo. Come nel caso di Sara Varone, Alfonso Signorini e delle donne la cui storia abbiamo raccontato su Fanpage.it, a impedire che la conoscenza passasse dal mondo virtuale a quello reale avrebbero concorso una serie di motivi legati alla sicurezza del soggetto in questione:

Nello stesso periodo a Manuela, che aveva contatti con loro per motivi di lavoro, Pamela cominciò a parlare di un cugino bellissimo. Mi ricordo che le faceva vedere le foto di questo uomo meraviglioso. Mia sorella ebbe contatti virtuali, almeno per un periodo, con questo profilo. Si fidava di Pamela che si era sempre dimostrata affabile,  molto attenta alle sue esigenze. Per fortuna capì relativamente presto che questo uomo non esisteva perché ogni volta che proponeva un incontro, le veniva risposto che non era possibile per motivi di sicurezza. Manuela mi raccontava di avere perfino parlato al telefono con una persona, un uomo con l’accento del sud, quindi avevano a disposizione un complice che si spacciava per questa persona.

Il fratello di Manuela Arcuri spiega come fossero riuscite ad avere un chiaro ascendente sulla sorella, visto il rapporto quotidiano che le legava in quel periodo. La consapevolezza sopraggiunta nella nota attrice, quando ha realizzato che quest'uomo non era reale, aprì a un'inevitabile rottura, che convolse entrambi:

Avevano gioco facile perché, avendo un rapporto quotidiano con Manuela che passava con loro ore ed ore, sapevano perfettamente cosa cercasse in un uomo. Passando queste informazioni a un loro complice, l’uomo al telefono andava sicuramente a meta perché sapeva esattamente quali corde toccare. Poi avevano la capacità singolare di “importi” quell’uomo perfetto e portarti a credere alla sua esistenza perché a Manuela parlavano sempre di lui. Per fortuna, mia sorella ha capito cosa stava accadendo e, complice anche la questione dell’assegno, ha tagliato i rapporti.

La tronista da presentare a Sergio Arcuri

Infine, Sergio Arcuri aggiunge che anche nei suoi confronti si sarebbe tentato un approccio romantico, poi conclusosi velocemente: “Nel mio caso l’approccio fu molto più soft. Mi chiedevano se fossi fidanzato e se mi piacessero le ragazze uscite da Uomini e Donne, facendomi il nome di una tronista in particolare insieme alla quale lavoravano. Mi mostrarono le foto ed era molto bella, bruna, mi pare fosse Teresanna Pugliese ma non ricordo con precisione. Mi chiedevano se fossi interessato a conoscerla ma in quel periodo frequentavo già una ragazza.  Non si andò più avanti perché, nel frattempo, c’era stato il problema dell’assegno scoperto e dell’uomo presentato virtualmente a Manuela”.