Sossio Aruta è uno dei personaggi più celebrati e chiacchierati dai fan di Uomini e Donne Trono Over. Dal calcio (milita tuttora nella Torrese e ha partecipato anche al reality "Campioni, il sogno") al dating show di Maria De Filippi il passo è stato sorprendentemente breve e oggi il 47enne campano è forse più celebre per le sue conquiste in studio che per le sue azioni in campo. Intervistato a Uomini e Donne Magazine, si è aperto da 360 gradi, dalla sofferenza per la lontananza dei suoi figli a al motivo per cui è ancora nel programma:

Partecipare a questa trasmissione mi dà la spensieratezza di cui ho bisogno. Sono lì non per piangermi addosso, ma per cercare una donna. Voglio ricominciare tutto da capo. Sono consapevole di non essere una persona semplice, ho un bagaglio ingombrante ma anche una grande voglia d'innamorarmi. Di riprovare quella sensazione che ti fa sentire quasi stupido.

Sossio e le frecciatine alle ex

Ormai famoso per la fama di seduttore a Uomini e Donne (non sarebbe stato però apprezzato da Gemma Galgani), Aruta confessa di aver avuto un passato molto doloroso dal punto di vista sentimentale. Gli screzi con la ex moglie Rossella, madre dei suoi figli Daniel Ciro e Diego, sono ormai cosa nota. Sossio sostiene di aver subito tanti tradimenti da parte delle sue ex, che puntualmente lo avrebbero lasciato nei momenti in cui le sue finanze non erano floride.

Non escludo di sposarmi di nuovo se dovessi trovare la donna della mia vita. I miei matrimoni non sono mai durati moltissimo. Sono sempre stato tradito. Le donne mi sono sempre state vicino nei momenti di gloria. Quei momenti in cui giocavo in squadre prestigiose e in cui guadagnavo moltissimo. Poi, nei periodi bui, in cui mi sono trovato in difficoltà economica, hanno preferito accanto a loro altri uomini. Ma questa non la vivo come una sconfitta.

Il dolore per la mancanza dei figli

"La vera sconfitta", aggiunge Aruta, "è non vivere i miei figli tutti i giorni". I due ragazzi sarebbero lontani e lui non avrebbe le possibilità di vederli spesso. Già negli scorsi mesi, il cavaliere del Trono Over aveva spiegato di non riuscire a pagare gli alimenti ma di voler essere a tutti i costi un papà presente nelle loro vite.

Io ora vivo a Castellamare di Stabbia e loro vivono con la madre. Per ragioni economiche non posso andare a trovarli quando voglio, non posso essere il padre che vorrei. Spero nel mio piccolo di riuscire a trasmettere loro l'amore che provo. Questa è la mia grande sofferenza.