Un grave lutto ha colpito Tina Cipollari, opinionista per eccellenza e forse vera anima della trasmissione "Uomini e donne". È purtroppo morto il padre, all'età di 98 anni. La perdita risale a qualche giorno fa, ma la notizia arriva oggi dal sito DavideMaggio. La Cipollari ha saltato l'ultima registrazione dello show ed è pertanto rimasta assente nella puntata che Canale 5 ha mandato in onda oggi, 2 novembre (in cui ha esordito il nuovo tronista Lucas Peracchi, chiamato in sostituzione di Silvia Raffaele che ha lasciato anticipatamente il programma).

Maria De Filippi: "Tina assente per motivi personali"

L'assenza della Cipollari in studio è stata notata da molti fan, che su Twitter si sono interrogati sulle ragioni di tale scelta. Maria De Filippi si è limitata a parlare di "motivi personali" e dai profili social dell'opinionista viterbese, che tra pochissimi giorni compirà 50 anni, non arrivano per il momento dichiarazioni sulla tragedia che l'ha colpita. Sia dalla opinionista che dalla redazione di "Uomini e donne" per il momento viene mantenuto il massimo riserbo sulla notizia. Tempo fa, Tina aveva spiegato che da anni si prendeva cura del padre.

Il marito Chicco Nalli chiede il silenzio: "Momento troppo delicato"

Fanpage.it ha contattato Chicco Nalli, marito di Tina, che però ha preferito non rilasciare alcuna dichiarazione in merito al dramma che sta vivendola sua compagna. La notizia della morte del padre sarebbe infatti trapelata per errore e Nalli ha chiesto che la privacy re la riservatezza della famiglia vengano rispettate in un momento così difficile. La scelta della Cipollari spiega la totale assenza di post sui social e il fatto che l'argomento non sia stato trattato a "Uomini e donne".

Tina Cipollari, icona di "Uomini e donne" dal 2000

La Cipollari è volto fisso dell'ormai tradizionale appuntamento pomeridiano con Maria De Filippi da ben 15 anni. Proprio lei, in una recentissima intervista rilasciata al settimanale "Oggi", ha spiegato di non essere sbarcata in tv con grandi ambizioni. Anzi, la popolarità guadagnata grazie a "Uomini e donne" sarebbe in gran parte frutto del caso:

Sinceramente io sono arrivata a "Uomini e Donne" un po' per caso e un po' per gioco nel 2000. E non è stata nemmeno una scelta mia rimanerci. Improvvisamente da corteggiatrice sono diventata un personaggio. La De Filippi ha creduto in me, mi ha scelto ed eccomi qui. Ci tengo comunque a dire che la mia vita non è cambiata rispetto a quando non facevo tv. Certo, ho modificato lavoro e stile di vita, ma vivo tutto con molta semplicità. Non c’è niente di costruito in me. Io sono quello che la gente vede sullo schermo. Mi dicono che amano il mio personaggio e mi considerano l’anima della trasmissione. Uomini e Donne ha bisogno non di Tina Cipollari, ma di un personaggio come me che animi il tutto. (…) E credetemi, rido per quello che faccio, come se vedessi un’altra persona. Vivo la mia parte di vita dentro la tv indubbiamente alla luce del sole. Per me non è mai stata né un’ambizione, né un’aspirazione fare tv.