Ottime notizie per i fan di Uomini e Donne, in questo periodo orfani della trasmissione. Benché la quotidiana messa in onda sia stata bloccata da Canale 5, il dating show di Maria De Filippi non si ferma. Stanno anzi continuando i casting, come ha assicurato Raffaella Mennoia. La storica autrice ne ha parlato su Instagram Stories, confermando che sta lavorando regolarmente agli studi Elios. Non solo: sono attualmente in corso anche i provini per Temptation Island, che quindi dovrebbe andare regolarmente in onda nel 2020.

I casting di Uomini e Donne e Temptation Island fatti al telefono

Ha spiegato la Mennoia: "Faccio questa storia proprio perché mi state scrivendo in tantissimi dicendo ‘Raffaella ma quando vai agli Elios che fai?’. Allora, a parte Amici, noi stiamo continuando a lavorare su Uomini e Donne e non solo, anche sui casting di Temptation, per quanto riguarda le coppie e per quel che riguarda i single e le single. Quindi non è che ci siamo fermati, stiamo assolutamente lavorando con quelle che sono le indicazioni che vanno rispettate ovviamente. C’è una parte di redazione che sta chiamando le coppie che ci hanno contattato su Witty e sulla pagina Instagram di Temptation e c’è invece una parte di redazione che lavora sui casting di Uomini e Donne. Sto lavorando ad Amici e a Uomini e donne e Temptation facendo i casting al telefono".

Quando andranno in onda Uomini e Donne e Temptation Island

La Mennoia ha quindi invitato chi fosse interessato a partecipare ai due programmi a inviare la propria candidatura attraverso il sito di Witty o le pagine Instagram dei programmi. Per quando riguarda la messa in onda, allo stato attuale delle cose è probabile che Uomini e Donne non torni in onda prima di settembre. Peraltro, le storie dell'edizione 2019-20 sono state giocoforza interrotte e i troni di Carlo Pietropoli, Sara Shaimi, Daniele Dal Moro e Giovanna Abate restano in sospeso. Quanto a Temptation Island, una regolare partenza a giugno-luglio (ricordiamo che le registrazioni avvengono settimane prima) appare di difficile realizzazione, dal momento che il blocco delle attività a causa del coronavirus potrebbe durare ancora alcuni mesi. Dal momento che il programma è comunque in fase di pre-produzione, è ipotizzabile uno slittamento di qualche mese, nella speranza che l'emergenza rientri o si ridimensioni.