Il bello della Mostra del cinema di Venezia è la varietà: a fianco del grande cinema d'autore di Roman Polanski o Pablo Larrain convive un'anima più glamour e votata alla scoperta delle tendenze contemporanee, che quest'anno si è concretizzata nella presentazione di "Chiara Unposted", il documentario dedicato all'influencer più nota al mondo, Chiara Ferragni. Per quanto si tratti di un evento “secondario” riservato a una sezione minore del festival (Sconfini), tanto che l'anteprima non si è svolta in Sala Grande (quella col red carpet principale) ma in Sala Giardino, i media stanno giustamente regalando grande attenzione al fenomeno. È un segno dei tempi che cambiano, su cui è destinato a far discutere il giudizio tranchant dato da una delle più affermate attrici italiane, Valeria Golino.

Le parole di Valeria Golino

In una bella intervista al Corriere della Sera, in cui ha rievocato anche gli anni splendidi della sua carriera hollywoodiana, l'attrice italo-greca (a Venezia per ben tre film: "Adults in the Room" di Costa Gravras, "5 è il numero perfetto" di Igort, "Tutto il mio folle amore (Volare) di Gabriele Salvatores) ha risposto in modo tutt'altro che tenero sulla presenza della Ferragni come ospite e protagonista con il suo documentario.

È un mondo a me sconosciuto, quello della influencer. Tanto di cappello a chi fa soldi sulla vacuità, ma non avendo né Instagram né Facebook, non so nemmeno come funziona ‘sto lavoro, non so cosa sia. È stato sdoganato un comportamento che fino a pochi anni fa ritenevano tutti volgare. E ora ci sembra del tutto normale.

Chiara Unposted

Chiara Ferragni e Fedez hanno monopolizzato l'attenzione nella serata del 4 settembre con la presentazione di "Chiara Unposted". Il film è diretto dalla regista Elisa Amoruso e racconta l'ascesa della fashion blogger dagli inizi come imprenditrice digitale al successo che l'ha portata a 17 milioni di follower su Instagram. Per la verità è stato piuttosto massacrato dalla critica che ha giudicato il film come un'operazione autocelebrativa.

A Venezia la carica delle influencer

Se la presenza della Ferragni è legata a "Chiara Unposted", in questi giorni stiamo assistendo a una vera e propria “invasione” sui red carpet di webstar che nulla hanno a che fare con i film presentati, ma sono semplici ospiti. Oltre alle classiche modelle, a sfilare sono tutti o quasi gli influencer italiani nati dal mondo del reality e del web: ex gieffini, tronisti e troniste, persino membri del cast dell'ultima edizione di Temptation Island. Da Cecilia Rodriguez a Giulia Salemi, da Beatrice Valli a Giulia De Lellis e Andrea Iannone, ormai Venezia non fa più parlare solo per il cinema, ma anche per le celebrity (o presunte tali) spesate dai principali brand di abbigliamento, che fanno capolino sul tappeto rosso conquistando foto e spazio sui media.