Shannen Doherty torna a mostrarsi in pubblico, a un anno dalla diagnosi di cancro al seno e ad alcuni mesi dall'inizio delle terapie più pesanti e invasive. Una volta la conoscevamo tutti per il celebre ruolo di Brenda Walsh nel cult per teenager "Beverly Hills 90210" (e poi per un'altra serie tv, "Streghe"): oggi la star sta facendo parlare soprattutto per la sua coraggiosa lotta alla malattia, da lei documentata quotidianamente sui suoi profili social. Non a caso, la sua prima apparizione in un evento importante dopo mesi è stata qualche giorno fa all'evento benefico Stand Up To Cancer, manifestazione dedicata proprio alla raccolta di fondi per le cure ai tumori, tenutasi a Los Angeles.

I segni della chemioterapia su Shannen Doherty

La Doherty è apparsa con il capo coperto da un foulard, a nascondere la testa rasata dopo l'inizio della chemioterapia. Si era tagliata i capelli qualche mese fa, mostrandosi senza remore su Instagram. Nonostante il momento sia pesante e gli effetti delle cure invasive siano ben visibili, Shannen è apparsa sorridente nel photocall dell'evento. L'accompagnavano la madre Rose, che le sta accanto in questo periodo difficile, e il marito Kurt Iswarienko, di cui poche settimane fa lei disse: "Non riesco a immaginare la mia vita senza di lui. Il cancro non è piacevole ma riesce a tirare fuori il meglio o il peggio dalle relazioni. Per fortuna, ha reso il nostro matrimonio ancora più forte".

All'evento hanno partecipato diverse star di Hollywood, come Tom Hanks con la moglie Rita Wilson (anche lei malata di cancro in passato), Emma Stone, Kathy Bates, Bradley Cooper e Matt Bomer. "Non mollo, continuo ad avere una visione positiva della vita", assicura la Doherty, che ha inoltre comunicato – come riferisce Entertainment Weekly – che il ciclo di chemio è quasi arrivato alla conclusione. Inizia dunque per lei una nuova fase: dopo tanti momenti difficili (compresa la querelle giudiziaria contro i suoi ex agenti, che dovranno risarcirla per aver ritardato la scoperta del male), la star oggi 45enne non ha intenzione di smettere di lottare.