Lo scorso anno, Amanda Bynes aveva fatto parlare tanto di sé. L'attrice aveva attaccato Rihanna dal suo profilo Twitter, sostenendo che la cantante avesse meritato la violenza di Chris Brown perché non è bella abbastanza. Nei mesi successivi, ha accusato un poliziotto di averla molestata sessualmente. È stata, infine, ricoverata per aver mostrato segni di schizofrenia. In queste, si è tornato a parlare di lei.

Domenica, Amanda Bynes è stata arrestata. Secondo quanto riporta TMZ, l'attrice era a bordo della sua Mercedes a San Fernando Valley, quando è stata fermata dalle autorità nel bel mezzo di un incrocio a Van Nuys boulevard.  Dopo aver effettuato i controlli, l'agente avrebbe determinato che Amanda Bynes guidava sotto l'effetto di droghe. Così, la ventottenne è stata portata al dipartimento della polizia di Los Angeles, dove dopo ulteriori controlli è stato stabilito che avesse assunto droghe stimolanti. Gli esami tossicologici che sono stati effettuati, chiariranno le sostanze presumibilmente assunte dall'attrice. Una fonte, inoltre, ha spiegato a TMZ, che la ragazza sarebbe ricaduta anche nella dipendenza dalla marijuana. Amanda Bynes è stata descritta come "in stato confusionale e con un aspetto trasandato".

Amanda Bynes è stata arrestata per guida sotto l'effetto di stupefacenti. Dovrà pagare una cauzione di 15mila dollari. Negli scorsi anni, l'attrice si è trovata costantemente nei guai a causa dei suoi problemi mentali. Sul finire dello scorso anno, si era mostrata anche intenzionata ad iniziare un percorso di riabilitazione. TMZ, inoltre, ha spiegato che i genitori avevano l'obbligo di tenere Amanda sotto controllo, fino all'inizio di questo mese. Scaduto tale obbligo, "le cose sono andate fuori controllo". La giovane ha lasciato subito la casa in cui viveva con loro e si è trasferita in un appartamento a Orange County. Ha ricominciato a fumare marijuana e pian, piano le cose hanno ripreso a precipitare.