video suggerito
video suggerito

Eleonora Abbagnato: “Allattare è bellissimo, ma senza esagerare. Il troppo è troppo”

Ha scelto di allattare i suoi figli per pochi mesi per poter tornare al lavoro l’etoile Eleonora Abbagnato, che considera l’allattamento un momento bellissimo ma “senza esagerare”.
A cura di Stefania Rocco
14 CONDIVISIONI
Immagine

Allattare sì ma senza esagerare. È questo il mantra di Eleonora Abbagnato, direttrice del corpo di ballo dell’Opera di Roma e madre di ben 4 figli. L’ultimo, il piccolo Gabriel, ha solo 9 mesi. In questo periodo sono sempre più numerose le star che esibiscono sui social network la propria maternità, regalandoci selfie scattati mentre allattano i loro bambini. L’allattamento naturale è diventato quasi una moda tra le dive, qualcosa del quale sarebbe addirittura impossibile fare a meno anche a rischio di rinunciare alle proprie ambizioni, rimanendo a casa dal lavoro per periodi lunghissimi. L’ultima a farsi portavoce di questa tendenza è stata Alyssa Milano che ha dichiarato che continuerà ad allattare sua figlia fino a quando avrà compiuto 6 anni.

La pensa diversamente la Abbagnato che considera sì l’allattamento una necessità ma “quando è troppo è troppo”. Lei che di figli ne ha 4, ha scelto di tornare al lavoro che ama a soli due mesi dal parto e non se ne è mai pentita. A Vanity Fair che l’ha intervistata ha rivelato di aver amato il periodo dell’allattamento ma di averlo fatto soprattutto perché avrebbe scelto di viverlo senza esagerazioni:

I miei figli li ho tenuti al seno e ci tenevo tantissimo, soprattutto perché come dicevo fa bene. Il piccolo dopo 3 giorni si è attaccato benissimo, Julia meno ma adesso beve litri di latte. Sono convinta, però, che non si debba esagerare perché quando è troppo è troppo. I bambini bisogna crescerli e non tenerli sempre attaccati a noi. Credo siano fondamentali i primi momenti con il tuo neonato. Io per Gabriel ho smesso dopo tre mesi perché dovevo tornare a ballare. La mia è stata una maternità record. Ho ballato fino al quinto mese di gravidanza e due mesi e mezzo dopo il parto ho ricominciato. Ma mi è venuto tutto naturale. Lavoravo tanto, ma ho trovato il tempo di fare tutto. Con fatica. E poi in poco tempo ho perso anche all'ultimo etto in più, i figli sono il migliore allenamento.

Eleonora Abbagnato torna al lavoro a due mesi dal parto: “Nessun senso di colpa”

Nessun senso di colpa per la compagna di Federico Balzaretti che ha fatto una scelta precisa e l’ha portata avanti, nel rispetto di se stessa e dei suoi bambini:

Io il tempo e l'energia per i miei figli li trovo sempre, è un amore indescrivibile. Anche se sono super impegnata cerco di seguirli al 100 per cento. È una scusa dire che non si ha il tempo per un bambino. Io ho delle tate ma devo dire che loro stanno sempre con noi. E questa è la cosa più bella. Non sono una mamma ansiosa ma attenta a tutto. Severa su tante cose, ma è giusto così.

E sull’ultimogenito – primo maschietto per Eleonora dopo le piccole Julia, Ginevra e Lucrezia – l’etoile aggiunge: “È l'angioletto della famiglia, aspettato da tanti anni da tutti, dalle sorelle, ma soprattutto dal papà”.

14 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views