Elisabetta Gregoraci, tornata single dopo la fine dell’amore con Francesco Bettuzzi, nega il riavvicinamento a Flavio Briatore. L’ex marito dal quale ha divorziato a marzo continuerà a far parte della sua vita in qualità di padre di suo figlio Nathan Falco ma non come compagno. “Flavio dice di volermi risposare? Lo fa come battuta” dice la Gregoraci al settimanale Oggi. L’ex marito ha più volte lasciato intendere di essere ancora profondamente legato alla sua ex ma secondo Elisabetta si tratterebbe solo di uno scherzo.

Il divorzio da Briatore è arrivato a marzo

A marzo del 2019, Elisabetta e Flavio hanno ufficialmente divorziato. Separati già da due anni, avrebbero messo dolorosamente la parola fine al loro rapporto: “È stato difficile scegliere di separarmi, perché sono una donna profondamente cattolica e ho giurato davanti a Dio che saremmo stati insieme per sempre: non è stato possibile, purtroppo, e a marzo, dopo due anni di separazione, abbiamo divorziato”. A legarli resta il figlio Nathan. Elisabetta ha trascorso le vacanze con Briatore proprio perché entrambi potessero stare vicini al figlio:

Provo molto rispetto per il papà di Nathan, e insieme facciamo di tutto per avere buoni rapporti e l’armonia che ci consenta di crescere il bambino con serenità. Vogliamo entrambi farlo diventare un uomo di buon senso, ma non tornerò col padre di mio figlio.

È finita con Francesco Bettuzzi

Elisabetta dichiara di essere single. Non aveva mai ufficializzato l’amore con Bettuzzi ma le foto dei loro baci e le vacanze insieme in giuro per il mondo avevano parlato al loro posto. Recentemente quel legame è finito, con l’imprenditore che ha lasciato intendere di avere voltato pagina per ragioni precise. “Una coppia, a casa mia, è formata da due… non da tre” aveva scritto su Instagram, parole che avevano avallato le voci di un ritorno di fiamma con Briatore. Per Elisabetta, però, al momento esisterebbe solo Nathan:

Sono una persona concentrata sulle proprie priorità: mio figlio Nathan è l’assoluto che muove tutto, quello che anima il mio cuore sempre e per sempre. E poi il lavoro: è molto importante anche per la mia identità e senza mi sentirei persa.