"Giafarìa" è la parola in codice che Marina La Rosa ha per far capire ai suoi figli, Renato e Gabriele, qualcosa. È stato un tema snocciolato nella puntata di giovedì scorso, quando Alessia Marcuzzi le mostra le immagini dei piccoli e i messaggi audio dedicati proprio a lei. Così, quando Marina La Rosa rimane in lacrime, dice: "Spero che mi stiano guardando". Poi pronuncia la parola d'ordine: "Giafarìa", appunto. Alda D'Eusanio chiede incuriosita cosa volesse significare, Marina La Rosa svela il mistero.

Giafarìa deriva dal napoletano Aggia fà io

Marina La Rosa ha svelato che la parola deriva da una storpiatura della frase in dialetto napoletano "Aggia fà io", detta dal cognato di Napoli della ex gieffina e ascoltata dai bambini, i quali le hanno chiesto il significato del termine: "Giafarìa". Da quella storpiatura è nata così una parola tutta loro. Ogni volta che Marina La Rosa la pronuncia, significa che sta pensando ai suoi figli.

L'Isola di Marina La Rosa

Marina La Rosa dovrà guardarsi da tutti i naufraghi perché dopo tre puntate, sembra che sia sotto stretta osservazione. Demetra Hampton, eliminata nella terza puntata, aveva già avuto uno screzio che ha sottolineato certi atteggiamenti della "gatta morta". Anche Francesca Cipriani, che ha abbandonato l'Isola dei Famosi alla terza puntata, ha fatto sapere che Marina La Rosa "è una strega" ed ha aggiunto che "certe persone andrebbero escluse". Marina La Rosa, secondo Francesca Cipriani, è colpevole del fatto di aver tramato alle sue spalle e di non averle detto "le cose in faccia". Sembrerebbe però che proprio questa intelligenza di gioco di Marina La Rosa possa portarla molto lontano in questa Isola dei Famosi che, dopo tre puntate, stenta a decollare negli ascolti televisivi. Riuscirà ad arrivare fino alla fine di questa terza edizione?