Resta ancora in ospedale il principe Filippo, il marito 99enne della regina Elisabetta ricoverato da ormai una settimana a Londra. Per la prima volta arrivano particolari più dettagliati sulle sue condizioni di salute, che smentiscono le voci che parlavano di un ritorno a casa in tempi brevi. Il duca di Edimburgo è ricoverato per via di "un'infezione" e non sarà dimesso prima di diversi giorni.

Il principe Filippo risponde bene alle cure

Finora Filippo ha trascorso sette notti in un'ala privata del King Edward VII's Hospital, nel centro di Londra. In precedenza, si era parlato di un ricovero precauzionale in seguito a un non meglio precisato malore. La nota di palazzo specifica che il consorte della Regina è in condizioni "confortevoli" e sta "rispondendo bene" alle terapie. Il suo malessere non sarebbe in alcun modo legato al Covid, per cui Filippo ha ricevuto il vaccino a inizio anno, insieme alla sovrana britannica. Già nel 2017, il principe era stato ricoverato per un'infezione, poco dopo l'annuncio del suo ritiro dagli impegni pubblici.

La visita di Carlo e William in ospedale

Malgrado l'età avanzata, sembra comunque che i Windsor siano ottimisti sulle condizioni di Filippo. Il nipote William, erede al trono, ha rassicurato i sudditi sullo stato di salute del nonno. Il marito di Kate Middleton è stato il secondo membro della famiglia a fargli visita in ospedale, dopo il figlio Carlo. Gli accessi dei parenti sono ovviamente ridotti al minimo, per via delle regole anti Covid. L'altro nipote Harry si trova invece negli Stati Uniti, dove si è trasferito con il figlio Archie e la moglie Meghan Markle (incinta per la seconda volta) già nel 2019. Harry ha scelto di autoisolarsi in quarantena, tenendosi pronto a partire immediatamente per il Regno Unito, nel caso le condizioni del nonno si aggravassero.