Bruce Jenner è ufficialmente scomparso. Da questo momento in poi, il patrigno di Kim Kardashian (che proprio oggi ha annunciato di essere incinta per la seconda volta) diventa Caitlyn, la donna nella quale si è trasformato dopo il clamoroso coming out dello scorso anno. Caitlyn ha posato per la prima volta per la copertina di Vanity Fair, fotografata da Annie Leibovitz. Si tratta del primo passo verso la sua nuova vita, quella a lungo sognata e che finalmente oggi l’ex Bruce sente di aver agguantato:

Sono talmente felice da non riuscire a crederci. Ho dovuto affrontare una lunga lotta ma finalmente sono me stessa. Diamo il benvenuto nel mondo a Caitlyn, non vedo che conosciate la vera me.

Sono parole ricche di entusiasmo quelle che pronuncia la nuova Caitlyn, nata per la seconda volta a 66 anni in un corpo nei confronti del quale sente finalmente un senso di appartenenza.

L’ultimo anno di Bruce non è stato semplice. Il patrigno di Kim ha dovuto affrontare il coming out, la graduale trasformazione fisica e le battutine a essa inevitabilmente legate, ma ha saputo procedere a testa alta, incoraggiato anche dalla sua famiglia e dai tanti messaggi di sostegno ricevuti negli ultimi mesi. La nuova Caitlyn è una donna bellissima che è riuscita a guadagnarsi perfino la copertina di un magazine tra i più ambiti che esistano in circolazione, merito della forza d’animo dimostrata e del percorso di vita che l’ha condotta fino a oggi, un percorso che si è dipanato di fronte alla luce dei riflettori e che ha trovato finalmente l’epilogo che sperava. Questa donna ha infine completato la sua trasformazione ed esibisce con orgoglio i risultati ottenuti, in una sorta di invito ai fan a mettere a nudo la propria identità di genere, per quanto impensabile possa essere all’inizio. Il vecchio Bruce ha impiegato 60 anni per prendere coscienza di se stesso e oggi ha abbandonato il suo vecchio “io” per abbracciare finalmente la sua vera essenza.