23 Settembre 2016
20:29

Platinette: “Ho detto no al GF Vip, ho altro da fare. E poi non avrei sopportato la Prati”

Mauro Coruzzi spiega perché ha rifiutato l’offerta di partecipare al Grande Fratello Vip, senza risparmiare frecciatine ai concorrenti (dalla claustrofobia della Prati alle rughe di Costantino).
A cura di Valeria Morini

"Che ce ne fosse bisogno o meno è tutta da vedere": così Platinette, dalla sua pagina Facebook, commenta il Grande Fratello Vip, rivelando di aver ricevuto un'offerta da parte del reality show. Mauro Coruzzi sarebbe così potuto essere tra in concorrenti della prima edizione, ma ha preferito dire di no. Ecco le ragioni che l'hanno spinto a rifiutare, riassunte con la sua inconfondibile ironia:

Confesso, col pudore della “soubrette” che mi abita, che la proposta, qualche settimana fa, di entrare nella “Caaasaaa” era arrivata anche a me e che, a domanda è cortese rispondere, quando ho chiesto ma dovrei entrare come Mauro o Platinette ho intravisto negli occhi dell’interlocutore un dubbio fulmineo, perché, l’ho capito subito, nemmeno per un attimo la proposta era rivolta al “personaggio” ma alla persona e che la mia contromossa aveva aperto un file, subito chiuso, perché, con fermezza ho detto grazie ma non posso…Mica per altro, se vai là, qualunque sia il periodo di permanenza, devi per forza rinunciare a tutto il resto, e grazie a Dio il “resto” è lavoro, quello continuativo, quello che ci rappresenta e me lo voglio curare bene bene, anche perché se uno o una va lì è evidente che non ha un cavolo d’altro da fare…

Platinette ha peraltro recentemente deciso di sottoporsi a un intervento per perdere di nuovo peso con l'introduzione di un secondo palloncino gastrico ("Sono diventato obeso per amore", raccontava recentemente a "Domenica Live"). Oltre all'impegno in ospedale, però, Coruzzi avrebbe preferito anteporre i suoi impegni professionali come conduttore radiofonico alla ribalta offerta dal GF Vip.

"Costantino ha le rughe, perché la Mosetti e figlia sono famose?"

Platinette, quindi, passa a regalare frecciatine ai concorrenti della Casa, dalle deludenti Pamela Prati-Valeria Marini che non si "degnano" di rispolverare la vecchia rivalità a Costantino Vitagliano con le rughe, alla coppia Mosetti-Nuccetelli:

Mica è un’offesa o una vergogna, anzi, resta il fatto che benedico di non aver accettato: ma come avrei fatto con Pamela Prati e la sua claustrofobia o la paura del buio, cosa ci vai a fare al GF allora, nemmeno litighi con la storica rivale Valeria Marini, almeno una graffiatina al giorno, perché devo vedere Costantino Vitagliano, oggi padre, sempre un gran pezzo d’uomo, ma qualche ruga in faccia viene a tutti e ai “troppo belli” più che agli altri, perché devo vedere una madre e una figlia che famose lo sono perché…non lo so, come la Mosetti e prole, guerreggiare come due rivali che si contendono l’interesse degli sguardi con le loro provocazioni o capire cosa ha spinto una bellissima e tuttora in piena attività come Elenoire Casalegno a essere della partita, per misurarsi con se stessa e poi prendere una tramvata sulla faccia, perché in una prova guidata da un imbarazzante Bettarini con le caldane ha rischiato un incidente ben più grave? Ma si sa siamo “strani” tant’è che ne parliamo, ne discutiamo, ne scriviamo: la 1a puntata ha superato i 4 milioni e tra quelli c’ero anch’io, quindi…zitto e mosca…

Gli ascolti della puntata di apertura, in effetti, parlano di un successo. Resta da capire se le docce hot di Valeria Marini, il possibile flirt di quest'ultima con Stefano Bettarini, la claustrofobia della Prati e i vari pianti di alcuni protagonisti riusciranno a tenere viva l'attenzione del pubblico.

Gf Vip, Pamela Prati claustrofobica:
Gf Vip, Pamela Prati claustrofobica: "Qui si soffoca", Ilary Blasi la rimprovera
GF Vip, Mariana racconta la lite con Pamela Prati:
GF Vip, Mariana racconta la lite con Pamela Prati: "Mi urlò di tornare al mio paese"
Pamela Prati:
Pamela Prati: "Il GF Vip 7? Sarei felicissima di tornare, so che il pubblico mi rivuole"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni