"Ci tengo a dirvi una cosa che mi viene dal cuore e ve la lascio scritta qui": è Rudy Zerbi a parlare, con una nota pubblicata sulla sua pagina Instagram. Il tema è l'ultimo scandalo che ha travolto Uomini e Donne, con le accuse di scarsa trasparenza arrivate da Teresa Cilia e Mario Serpa: forse non tutti sanno, infatti, che il giudice di Amici è anche redattore di UeD da moltissimo tempo. Se contiamo anche il lavoro di giurato a Tu si que vales e il fatto che collabora persino con Temptation Island, si può definire Zerbi come uno dei fedelissimi di Maria De Filippi. Come tale, è intervenuto a difendere il dating show pomeridiano dalle critiche.

Le parole di Rudy Zerbi

"Lavoro nella redazione di Uomini e Donne da quasi dieci anni", scrive Zerbi, "la prima cosa che mi hanno insegnato è che chi ci guarda vuole vedere persone Vere in cerca di sentimenti Veri. A volte siamo bravi nell’individuare chi cerca il vero Amore e a volte, invece, caschiamo nel tranello di chi è esclusivamente in cerca di visibilità a tutti i costi, di consensi, di followers". Dunque, anche Rudy sostiene la buona fede della redazione, contro le critiche. Durissimo il commento sulle critiche di Serpa e Cilia:

Le pretestuose polemiche di questi giorni sono un tentativo di ricerca di una popolarità che è destinata a durare quanto un ghiacciolo dimenticato al sole. Ci vediamo a settembre.

Il comunicato di Uomini e Donne

Le dichiarazioni di Zerbi fanno eco al comunicato rilasciato da altri autori di Uomini e Donne nel giorno di Ferragosto: "Siamo stati in silenzio fino a oggi nella speranza che alcune persone, che non vogliamo neanche nominare, riflettessero sulle assurde esternazioni chiaramente fatte nell’intento di aggiungere follower ai loro profili e garantendosi, di conseguenza, qualche sponsorizzazione in più. Abbiamo letto cose infondate e, purtroppo, offensive. Una per tutte che la redazione di Uomini e Donne e, in particolare, Raffaella Mennoia, fossero a conoscenza del fatto che una tronista, per tutta la durata del trono, fosse fidanzata. Chi segue Uomini e Donne sa perfettamente che non è così. Ogni qualvolta si è verificato che qualcuno avesse utilizzato il programma per proprio scopi mentendo sul proprio stato sentimentale, ne è stata data immediata notizia al pubblico dalla conduttrice. Su tale serietà si basa da oltre vent’anni il programma Uomini e Donne, nonché la professionalità di chi vi lavora. Del resto l’unica vera strumentalizzazione è quella messa in atto in questi giorni e in questo luogo ‘social’ da chi è nella chiara ricerca di visibilità ai danni di professionisti che mettono, invece, in atto e a servizio di ogni partecipante al programma le proprie capacità lavorative e disponibilità. Augurando che tutto ciò sia servito a garantire un pubblico ‘virtuale’ appagante, noi ci rimettiamo a lavorare per un programma in cui crediamo. Vogliamo anche dire che siamo un gruppo coeso, unito dalla stima reciproca, dalla passione e dall’impegno che sosteniamo ogni giorno. Ci vogliamo bene. I ragli d’asino non salgono in cielo".

Quali sono le accuse di Teresa Cilia e Mario Serpa

Nel frattempo, da parte di Teresa Cilia, che pure aveva promesso grandi rivelazioni, è calato il silenzio. Il marito Salvatore Di Carlo ha lasciato intendere che da parte della produzione di UeD sia arrivata una diffida (ma dagli autori è giunta puntuale la smentita). Al momento, le affermazioni di Teresa si sono rivolte principalmente contro Raffaella Mennoia, accusata di aver ingannato il pubblico coprendo i comportamenti di alcuni tronisti, oltre che di aver iniziato a frequentare l'ex Jack Vanore quando questi era ancora sul trono. Critico anche Serpa, convinto che la redazione abbia protetto il suo ex Claudio Sona quando si seppe della sua presunta storia clandestina con Juan Fran Sierra.

Ci tengo a dirvi una cosa che mi viene dal cuore e ve la lascio scritta qui.

A post shared by rudy_zerbi (@rudy_zerbi) on