Vianello con Mondaini

Non è facile dirsi addio, soprattutto, quando è per sempre. Eppure, nonostante il dolore lancinante, Berlusconi, Maria De Filippi e Costanzo hanno voluto rendere omaggio alla mamma della televisione italiana. Anche Paolo Bonolis ha riassunto in una sola e semplice frase quello che è, per lui e per tutti noi, il motivo della morte di Sandra Mondaini ed ha pertanto dichiarato: difficile sopravvivere dopo perdita di Raimondo.

Oggi 21 Settembre 2010 si è spento, infatti, uno dei volti che ha reso grande la nostra televisione. Sandra non ha resistito al dolore e ha preferito raggiungere finalmente il suo principe azzurro. Intanto Don Walter Magni ha reso note le ultime volontà di Sandra: “Non ho sentito i filippini che l'accudivano questa mattina, molto probabilmente riceverò una telefonata nelle prossime ore. Sandra Mondaini aveva espresso il desiderio che il funerale fosse celebrato nella chiesa di Segrate, credo sarà rispettato”.

La stessa Chiesa dove il parroco aveva celebrato, 5 mesi fa, i funerali di Raimondo Vianello. Il loro amore era troppo forte e finalmente i “fidanzatini d’Italia” avranno di nuovo la possibilità di potersi riabbracciare. Don Walter Magni era presente quando Sandra ha esalato l’ultimo respiro e ha descritto il momento con poche ma toccanti parole: “Ha aperto gli occhi quando sono arrivato ma non poteva parlare”, mentre sul dolore della moglie di Raimondo Vianello ha preferito tenere il più stretto riserbo, lasciandosi andare a poche esternazioni “non c'e' niente da dire: la signora non ne aveva più voluto parlare con nessuno”.

Silenzio, quindi. Questa è stata la reazione di Sandra Mondaini contro il suo dolore, una medicina, che le ha consentito di continuare a vivere, per altri 5 mesi, senza il suo angelo custode.

Alessia Mancini