23 Ottobre 2015
15:19

Tentato suicidio per Nicholas Brendon di Buffy, lui: “Non speculate sulla mia depressione”

Continua il periodo nero dell’attore che interpretava Xander in “Buffy – L’ammazzavampiri”, da tempo in lotta contro la depressione. Un video divulgato da Radar Online lo mostra in stato confusionale, apparentemente intento a ferirsi i polsi. Lui ammette di aver tentato di togliersi la vita, ma protesta contro la pubblicazione del filmato: “Il suicidio è un problema serio, è vergognoso speculare sulla mia battaglia. Sono ancora un essere umano”.
A cura di Valeria Morini

Continua il periodo nerissimo di Nicholas Brendon, l'attore divenuto celebre per il ruolo di Xander nella serie tv di culto "Buffy – L'ammazzavampiri". La star 44enne lotta da tempo contro la depressione e nell'ultimo anno è stato più volte arrestato con le accuse di liti e aggressioni e ha accettato di sottoporsi a un periodo di rehab. L'ultimo episodio che lo ha visto protagonista lascia però intendere che, questo caso, è stato sfiorato il dramma: Brendon avrebbe addirittura tentato il suicidio, come mostra un filmato di videosorveglianza diffuso poche ore fa dal sito di gossip Radar Online, nel quale l'uomo si aggira in stato confusionale fuori da un bar con un coltello in mano, con il quale sembrerebbe cercare di ferirsi un polso.

Brendon sul video che mostrerebbe l'atto: "Vergognoso mostrarlo, il suicidio non è qualcosa di cui essere derisi"

La notizia ha fatto il giro del web ed è stata commentata dallo stesso Brandon sulla sua pagina Facebook. Proprio pochi giorni fa, l'attore ha pubblicato un lungo e commosso post in cui ha raccontato la sua dura battaglia contro la depressione e ha ammesso lui stesso di aver più volte pensato di togliersi la vita: "Negli ultimi tre anni è stata dura e in diverse occasioni ho tentato il suicidio". La pubblicazione del video, però, lo ha mandato su tutte le furie.

È trapelato oggi un video che trovo vergognoso. Come tutti voi sapete, sto disperatamente combattendo contro la depressione ed è un peccato che altre persone stiano speculando su questa mia battaglia. Vivo alti e bassi, ma sono ancora un essere umano. Il suicidio è un problema molto serio e non qualcosa da mostrare in pubblico e di cui essere deriso. Io mi sto facendo aiutare e, se voi o qualcuno che conoscete sta lottando come me, per favore chiedete aiuto senza vergognarvi. La depressione è reale.

Arresti, vandalismi e rehab: il momento nero di Nicholas Brendon

Negli ultimi mesi, Brendon sembra essere piombato in una vera e propria spirale autodistruttiva. Poche settimane fa è stato arrestato con l'accusa di aver tentato di strangolare la sua compagna, a un anno da un precedente fermo per una rissa in un hotel. Lo scorso luglio si è reso reso responsabile di un atto di vandalismo e si è deciso a trascorrere un percorso di riabilitazione. La lotta per uscire da questo momento turbolento e difficilissimo sembra ancora lungo, però, nel post di qualche giorno fa, ha commosso tutti con questo messaggio:

Ciao ragazzi. Non riesco a esprimere quanto il vostro sostegno e i vostri gentili commenti significhino per me. Vi amo tutti tantissimo e se posso aiutare una sola persona, condividendo con voi la mia battaglia e il modo in cui la sto affrontando ne sarà valsa la pena. Negli ultimi tre anni è stata dura e in diverse occasioni ho tentato il suicidio. Ho davvero voglia di vivere e di amare e essere felice. Sto percorrendo un sentiero lungo e arduo per raggiungere questo obiettivo. Per chiunque fosse alle prese con i miei stessi problemi, io sono qui e leggo ogni vostro post, che sia positivo o negativo.
Non sono perfetto e sono il primo ad ammettere di aver fatto degli errori, ma sto cercando di cambiare e continuerò a provarci fino a quando sarà su questa terra
Vi adoro tutti. Anche gli scettici

L'affetto dei fan e degli amici non si è lasciato attendere. L'ultimo dei post pubblicati da Brendon è un commosso ringraziamento a tutti coloro che hanno dimostrato il loro sostegno dopo la divulgazione del video:

Grazie a tutti per il vostro  sostegno, il vostro amore e il fatto di condividere con me le vostre storie. Significa moltissimo. Vi amo tutti, non smetterò mai di combattere.

Nicholas Brendon arrestato: avrebbe tentato di strangolare la sua fidanzata
Nicholas Brendon arrestato: avrebbe tentato di strangolare la sua fidanzata
Nicholas Brendon e la depressione: manda in frantumi una finestra poi entra in rehab
Nicholas Brendon e la depressione: manda in frantumi una finestra poi entra in rehab
Nicholas Brendon ricoverato in ospedale, era Xander nella serie Buffy - L'ammazzavampiri
Nicholas Brendon ricoverato in ospedale, era Xander nella serie Buffy - L'ammazzavampiri
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni