Se Carlo d’Inghilterra e Lady Diana non avessero divorziato, se la “Principessa triste” non fosse morta nel drammatico incidente d’auto in Francia del 31 agosto 1997, oggi la coppia avrebbe festeggiato 35 anni dal sì. La storia d’amore più chiacchierata nella storia della monarchia inglese cominciò proprio con le nozze del 29 luglio 1981. I volti radiosi degli sposi quel giorno non lasciavano presagire tutti i drammi che si sarebbero consumati in seguito, e che dal loro rapporto avrebbero tratto la loro origine. Carlo e Diana sono rimasti impressi nella memoria collettiva come la coppia peggio assortita di sempre, una coppia che mai si sarebbe dovuta formare e che, come conseguenza di un fato avverso, finì per farsi più male di quanto ciascuno avrebbe mai sopportato.

Carlo frequentava la sorella di Lady D.

Carlo con Sarah Spencer, sorella di Dianain foto: Carlo con Sarah Spencer, sorella di Diana

Carlo, erede al trono inglese, conobbe Diana Spencer nel 1977, quando la giovane aveva solo 16 anni. Quel primo incontro non segnò l’inizio di un amore appassionato anche perché il Principe frequentava Sarah, sorella maggiore di Diana. La loro relazione non diventò mai ufficiale ma diede modo a Diana di vedere il trentenne Carlo in più in occasioni da quel momento in poi. La relazione tra Charles e Sarah terminò burrascosamente nel febbraio del 1978 in seguito a un’intervista rilasciata dalla giovane che rivelò alla stampa i dettagli della sua storia d’amore con l’erede al trono. Pare che la Regina Elisabetta nutrisse una particolare ammirazione per la bella Sarah tanto da invitarla, l’anno successivo, a partecipare a una battuta di caccia cui avrebbe preso parte anche il suo primogenito. Sarah portò con sé Diana e fu in quell’occasione che Carlo si accorse per la prima volta di quella maestra d’asilo 18enne dall’espressione dolce. Quell’incontro fulminò l’erede al trono che da quel momento cominciò a richiedere sempre più spesso la sua presenza. Diana Spencer finì nell’occhio del ciclone come papabile fidanzata di Carlo. La stampa impazziva per quella ragazza schiva che sarebbe potuta diventare la nuova Regina, ma che seppe sottrarsi abilmente alla curiosità generale fino a quando, un anno dopo averla notata per la prima volta, Carlo le chiese di sposarlo.

L'ombra di Camilla Parker Bowles sul legame con Diana.

Le nozze tra Carlo e Diana furono celebrate il 29 luglio del 1981. Da timida e introversa, la Spencer si era trasformata in una donna anticonformista che rifiutava di assoggettarsi alle regole del protocollo in tema di abbigliamento e rapporti con i pari e la servitù. Rifiutò perfino di pronunciare voto di obbedienza al marito durante le promesse che i due si scambiarono sull’altare. Erano quelli i primi segnali del fatto che Diana avrebbe tentato di modernizzare la corte, facendo suo il concetto di principessa moderna. I primi segnali di tensione nel matrimonio si avvertirono quando Lady D rimase incinta di William, il suo primogenito. In dolce attesa di 12 settimane, Diana cadde rovinosamente dalle scale della tenuta di Sandringham. Quella caduta apparentemente accidentale non provocò danni. Solo molti anni dopo si scoprì che quello fu il primo, drammatico tentativo da parte della moglie di Carlo di attirare l’attenzione del marito, che era solito lasciarla spesso da sola.

Già all’epoca si parlava di una relazione tra Carlo e Camilla Parker Bowles, la donne che è attualmente sua moglie. Il loro legame sarebbe nato quando entrambi erano ragazzi ma Camilla, non particolarmente bella né aggraziata, non fu mai presa in considerazione nel ruolo di futura regina. Quando Carlo conobbe Diana, Camilla era sposata con l’ufficiale dell’esercito britannico Andrew Parker Bowles. La loro relazione, però, non terminò mai nonostante i rispettivi matrimoni.

L’intervista che fece tremare la monarchia.

Il 20 novembre del 1995, un anno prima che Carlo e Diana divorziassero, la Principessa più amata dal popolo inglese rilasciò un’intervista bomba che fece il giro del mondo, intervista in cui ammise per la prima volta i suoi problemi di bulimia e i tradimenti del marito, da sempre innamorato di Camilla

Non mi siedo qui con risentimento. Mi siedo con tristezza perché il mio matrimonio non ha funzionato. Mi siedo con speranza perché c'è un futuro davanti a me e a mio marito, un futuro per me e per la monarchia. Mi piacerebbe essere la regina dei cuori della gente, ma non mi vedo come regina di questo Paese. In un matrimonio – soprattutto se hai dei genitori divorziati come è successo a me – vuoi fare tutto il possibile perché funzioni e non vuoi che ti accada la stessa cosa che hai visto succedere in famiglia. Volevo disperatamente che funzionasse, amo disperatamente mio marito e volevo condividere ogni cosa con lui. Eravamo una bella squadra. Abbiamo lottato per andare avanti, ma abbiamo finito con l'esaurirci. In un certo senso, penso possa essere anche un sollievo per entrambi, prendere questa decisione. Mio marito mi ha chiesto di separarci e io l'ho appoggiato. Non voglio il divorzio, ma chiaramente bisogna chiarire una situazione che negli ultimi 3 anni è stata solo un'enorme discussione. Tutto ciò che posso dire è che aspetto la decisione di mio marito. Ero consapevole della relazione del Principe Carlo con Camilla, ma non ero nella posizione di fare qualcosa in proposito. L'istinto di una donna non sbaglia mai. Eravamo in tre in questo matrimonio, era un po' affollato.

Dicembre 1995 – la Regina esige il divorzio.

I tabloid dell'epoca: "La Regina ordina a Carlo di divorziare da Diana"in foto: I tabloid dell'epoca: "La Regina ordina a Carlo di divorziare da Diana"

In seguito a quell’intervista fiume, la prima nella quale Diana ammetteva chiaramente che il suo matrimonio con Carlo era finito, la Regina Elisabetta pretese che il figlio divorziasse dalla Spencer. La stampa di tutto il mondo si fiondò sull’argomento, nutrito soprattutto dalle relazioni extraconiugali dei due. Carlo non lasciò mai l’amata Camilla, e Diana trovò rifugio tra le braccia di altri amanti. La Principessa non smise mai di amare il marito, e fu lei stessa a confessarlo. Da qui gli atti di autolesionismo volti ad attirare la sua attenzione e i tentativi di suicidio, mai confermati dalla diretta interessata. Elisabetta, che soprattutto negli ultimi anni aveva cominciato a mettere in discussione il ruolo di Diana accanto al suo primogenito, ordinò al figlio di prendere pubblicamente le distanze dalla moglie, sconvolta dalla sua decisione di raccontare la loro vita di coppia alla stampa. La lettera con la quale intimava ai due di divorziare fu spedita il 20 dicembre del 1995 e fu proprio Buckingham Palace a darne notizia alla stampa. Elisabetta si era reso conto dell’impossibilità di risollevare le sorti di quello sfortunato matrimonio. Carlo e Diana avevano pubblicamente ammesso di avere avuto altri amanti, sebbene l’erede al trono avesse puntualizzato che la relazione con Camilla sarebbe iniziata solo nel 1986, periodo in cui “il suo matrimonio era già irrimediabilmente finito”.

Diana muore con Dodi Al-Fayed, Carlo sposa Camilla.

L'erede al trono inglese con Camilla Parker Bowlesin foto: L'erede al trono inglese con Camilla Parker Bowles

Diana conobbe Dodi Al-Fayed dopo il divorzio da Carlo, ufficializzato il 28 agosto del 1996. L’imprenditore egiziano fece breccia nel cuore della Principessa, al punto da spingerla a presentargli i figli William e Harry. I due trascorsero insieme tutta l’estate del 1997, costantemente inseguiti dai paparazzi. All’epoca Dodi e Diana stavano insieme da circa un anno, e fu insieme che i due trovarono la morte. Il 31 agosto del 1997 la coppia morì in un incidente automobilistico sotto il tunnel del Pont de l'Alma a Parigi. Dodi morì sul colpo mentre Diana riuscì ad arrivare ancora viva in ospedale. Due ore dopo, a causa delle ferite riportate, anche la Principessa triste esalò l’ultimo respiro. Secondo numerosi pettegolezzi mai confermati, l’ex moglie di Carlo era incinta al momento del decesso.

Carlo non interruppe mai la relazione con Camilla ma la sposò solo il 9 aprile del 2005, 9 anni dopo la morte della sua prima moglie. La Parker Bowles non è mai entrata nel cuore del popolo inglese, completamente schierato a favore di Diana che le attribuì per intero la responsabilità della fine del suo matrimonio. Ufficialmente la loro relazione dura oggi da 40 anni. Ufficiosamente, invece, Camilla sarebbe sempre stata il grande amore di Carlo.