Mediaset finisce nuovamente sotto la lente di ingrandimento del Codacons. L’associazione, secondo un comunicato stampa diramato un’ora fa circa, ha denunciato la rete in seguito all’apparizione di Fabrizio Corona al Grande Fratello Vip 2018. L’uomo, entrato nella Casa per incontrare l’ex fidanzata Silvia Provvedi e poi coinvolto in un duello verbale con Ilary Blasi, ha indossato una t-shirt con impresso il logo del suo ultimo marchio. Da qui la denuncia presentata all’Antitrust.

Il comunicato del Codacons

Sul sito del Codacons, nella sezione dedicata ai comunicati stampa, si legge: “Il Grande Fratello Vip finisce nuovamente nel mirino del Codacons. L’associazione ha deciso infatti di denunciare Mediaset all’Antitrust per la fattispecie di pubblicità occulta, a seguito della puntata trasmessa ieri dove è stato mostrato a più riprese il marchio di abbigliamento creato da Fabrizio Corona. Tralasciando quanto avvenuto durante la lite in diretta tra Corona e la conduttrice Ilary Blasi, teatrino che si commenta da solo, ciò che è davvero grave, e che potrebbe realizzare un illecito punito dal nostro ordinamento, è che Mediaset abbia permesso ad un soggetto condannato dalla magistratura di sponsorizzare in diretta il proprio marchio di abbigliamento, che appariva in bella vista sulla maglia indossata da Corona ripresa più volte dalle telecamere. Una vera e propria “pubblicità occulta” che potrebbe valere ora una salata sanzione per Mediaset, a seguito dell’esposto che domani la nostra associazione presenterà all’Antitrust”.

L’apparizione di Corona ha spaccato in due il pubblico

L’apparizione di Corona in tv al Gf Vip ha spaccato in due il pubblico del reality. Pur non riuscendo ad apportare al Gf Vip un dato soddisfacente in termini di ascolti, in rete oggi non si è praticamente parlato d’altro. Una parte del pubblico difende l’ex re dei paparazzi, condannando la scelta di Ilary Blasi di rivangare il passato, approfittando della sua condizione di forza. Dall’altro c’è chi ha apprezzato lo spirito dimostrato dalla padrona di casa che, dopo essere stata vittima di attacchi ripetuti, ha scelto di rispondere all’uomo faccia a faccia e non utilizzando il filtro rappresentato dai social network.