Tra Pago e Serena Enardu sarebbero davvero finita. È lei a dichiararlo nell’intervista rilasciata al settimanale Chi dopo la partecipazione a Temptation Island Vip. E all’artista non rimane altro da fare che prenderne atto. Pago ha raccontato questo periodo complicato sulle pagine della rivista diretta da Alfonso Signorini. È comprensibilmente provato, non si aspettava questo epilogo. Nel suo cuore c’è ancora il desiderio di appianare le divergenze ma, ascoltata la versione di Serena, ha compreso che non esisterebbero margini di recupero:

Ritorno di fiamma? È una domanda maledetta per un uomo innamorato. Dico no. Perché lei non mi ama più. Mi manca tanto, tutto. Mi manca lei. Ha un fascino incredibile. Mi manca nel quotidiano. Mi manca il suo abbraccio. Fa male. Mi fermo qui. Torno a scrivere, voglio ripartire dalla musica sognando il Festival di Sanremo.

Pago racconta come ha conosciuto Serena

Pago ha raccontato di avere conosciuto Serena per lavoro. Già in quell’occasione, sarebbe scoccato il colpo di fulmine: “Per i dieci anni dalla scomparsa di mio padre avevo organizzato una partita di calcio, in Sardegna, a scopo benefico. Quando arrivò Serena fu colpo di fulmine”. Su quel legame Pago coltivava progetti importanti. Avrebbe desiderato sposare la compagna una vota ottenuta la separazione, curiosamente arrivata il giorno dopo la fine delle riprese di Temptation Island Vip:

Io l’avrei sposata e sognavo una figlia femmina. Le dicevo: “Se nascesse come te sarei l’uomo più felice del mondo”. Sogni e parole infranti.

L’incontro dopo Temptation Island Vip

Pago ha confessato di avere rivisto Serena dopo il falò di confronto a Temptation Island Vip. Sperava di poter meglio comprendere le sue ragioni e in quell’occasione avrebbe maturato la consapevolezza che quella relazione, sebbene non da parte sua, è da considerarsi finita: “L’ho chiamata. Volevo parlarle senza nessuno intorno. Avevo le mie cose in casa da lei. Abbiamo parlato tanto e anche il dopo è stato terribile. Poi ho traslocato con una Panda e me ne sono andato a vivere da mia madre”.