Vi ricordate di Ray J? Se in un primo momento il nome non vi dice nulla, vi basterà unire insieme le parole chiave "porno" e "Kim Kardashian" per scatenare l'effetto lampadina. È lui il protagonista di quel famoso sextape scandalo, pubblicato dalla Vivid Entertainment, e per il quale Kim Kardashian ha preteso la quasi totalità dei ricavi dalle vendite a vita, per lei e per i suoi eredi. Fu uno degli scandali più chiacchierati dei primi anni 2010, che contribuì a proiettare il nome di Ray J buono più per il gossip, che per la musica. E adesso il "big boss" ritorna sulla cresta dell'onda, ancora una volta non per particolari meriti.

L'ex fidanzata di Ray J ha cercato di suicidarsi a causa di questa foto, pubblicata in esclusiva sul portale americano Tmz. Lo vediamo mentre abbraccia un'altra di quelle famose più per le grane piantate, che per i talenti: è Karrueche Tran, socialite, modella e mezza popstar, nota per aver fatto rompere Chris Brown e Rihanna. Dopo la pubblicazione di questa foto, Princess Love (il nome d'arte della ex fidanzata di Ray J) ha chiamato il rapper minacciando di spararsi. È successo martedì sera, sono intervenuti gli agenti della polizia di Los Angeles ed alcuni vicini che, allarmati dalle urla, sono riusciti ad entrare nell'abitazione della ragazza tentando di monitorare e tenere la situazione sotto controllo. Tmz ha pubblicato le fotografie, riuscite ad ottenere grazie ad alcune fonti interne, che non ufficializzano nulla su una eventuale relazione, ma che con la reputazione che si ritrovano entrambi, lascia legittimo spazio alla fantasia.

Ray J, il cattivo del rap che ha mostrato Kim Kardashian nuda a tutti

Il video porno amatoriale che Ray J e Kim Kardashian girarono, fu venduto alla Vivid Entertainment nel 2011 senza il consenso della socialite oggi sposata con Kanye West. Proprio quando la Kardashian ufficializzò la relazione con quello che sarebbe stato il suo futuro marito, molti giornali riproposero quel video, avanzando anche l'ipotesi sull'esistenza di nuovi sextape. Intanto Ray J ha continuato a vivere nel riflesso della sua bravata fino ad oggi, tra arresti per guida in stato di ebrezza e rissa. Insomma non è un grande talento, neanche nel creare casini.