Ospite di Piero Chiambretti a La Repubblica delle Donne, Alfonso Signorini chiarisce il motivo per il quale ha scelto di non intervenire in alcun modo nel confronto tra Fabrizio Corona e Silvia Provvedi che è stato al centro della sesta puntata del Grande Fratello Vip 2018. L’opinionista del reality sostiene che, a pochi minuti dalla diretta, sarebbe stato chiesto sia a lui che alla conduttrice Ilary Blasi di non commentare quanto sarebbe accaduto nella Casa:

Pochi minuti prima di andare in onda mi è stato detto ‘guarda durante il blocco Corona – Provvedi né tu, né Ilary potete intervenire!’. Al che io ho detto ‘ma scusa, ma stai scherzando? Allora io che sono qui a fare?’, perché era l’evento clou della serata! ‘Indicazioni aziendali’, di fronte questa parola uno si ritira in buon ordine, però non mi è sembrata una mossa intelligente.

Il silenzio durante lo scontro tra Ilary Blasi e Corona

Signorini è rimasto in religioso silenzio anche durante lo scontro tra Ilary Blasi e Fabrizio Corona. In quel caso, tuttavia, si sarebbe trattato di una scelta precisa: “Fondamentalmente perché non c’entravo niente, questa è la verità. Io sono lì perché faccio il Grande Fratello Vip e quello non c’entrava nulla. Era un caso tra due persone che si confrontavano, che litigavano… era una querelle tra Ilary Blasi e Fabrizio Corona. E io non volevo fare la figura del terzo incomodo. Ti dirò, ero anche un po’ storto quella sera, perché avrei voluto essere in tutti i posti tranne che lì! Ero imbarazzato perché non mi piaceva!”. Asserisce di essersi ritrovato conquistato dalla veemenza della padrona di casa:

Me lo aspettavo, ti dico la verità. Me lo aspettavo perché intanto Ilary nel confronto con Corona toccava un nervo scoperto, cioè lei covava questa frustrazione, questa ingiustizia subita da 13 anni. Lei è una donna molto diretta, non ha retropensieri, retrovie, se deve dirti una cosa te la dice in faccia. E questo è apprezzabile. Devo dire che è stata bravissima, dopo il blocco le ho detto ‘hai le palle’, perché una che va in diretta senza tradire la minima emozione. Grande incazzatura, ma minima emozione.

Il caso del microfono chiuso

Non gli è piaciuto, invece, che il volume del microfono di Corona sia stato abbassato durante il confronto. Si dice certo, però, che la padrona di casa non abbia avuto alcun ruolo in quello che è accaduto: “Quello non si fa, non è bello perché non dai alla persona il diritto di replica che è diritto di chiunque. Ma se il microfono è stato silenziato, non credo che questo dipendesse da Ilary”.