È al settimanale Chi che Jane Alexander affida le sue prime dichiarazioni dal momento in cui è stata eliminata al Grande Fratello Vip 2018. Chiariti i punti principali da chiarire, il rapporto con Gianmarco Amicarelli in primis, l’attrice è adesso libera di vivere la sua storia d’amore nella maniera che preferisce. E a proposito di Elia Fongaro, modello conosciuto nella Casa di Cinecittà, spende solo belle parole:

Ho voluto chiarire prima le cose con il mio fidanzato, Gianmarco. Quella con Elia  è stata più di una trasgressione. Mi è sembrato di essere Kate Middleton, quando ero nella Casa non pensavo a cosa sarebbe successo una volta uscita, immaginavo che i riflettori fossero puntati su Monte e la Salemi e non sulle cose che dicevo.

La crisi con Gianmarco Amicarelli

Jane conferma che la crisi con Gianmarco non è nata a causa di Elia. Già prima di entrare nella Casa, l’attrice aveva capito di non essere felice della sua storia d’amore: “Penso che Elia sia stato rispettoso, che mi abbia voluto dare il tempo di capire prima cosa volessi, si sta comportando da gentiluomo. Prima dovevo chiarire con Gianmarco. Vorrei che fosse chiaro, è il momento di dirlo, che questa cosa non è successa perché è arrivato Elia, non è che mi è partito l’ormone per il ragazzo più giovane e ho lasciato l’uomo che mi voleva sposare. Avevo dei problemi con il mio fidanzato che sono esplosi nella Casa perché lì ho messo in gioco la mia vita. Con Elia non è stato il sesso, sono stata abbracciata a lui e mi sentivo bene, se avessimo fatto l’amore si sarebbe visto”.

I problemi con l’alcol

Adesso che è uscita dalla Casa, Jane ha la possibilità di chiarire anche quanto avesse inteso raccontare quando parlò dei suoi problemi con l’alcol: “Ho detto tante cose in queste settimane, forse troppe, e almeno una di queste sarà successa anche ad altre persone. Le mie parole sono state un po’ amplificate. Ho detto che lo scorso giugno mi sono accorta che, quando uscivo, bevevo spesso un bicchiere di troppo e sono andata tre volte agli incontri degli alcolisti anonimi.  Il mio problema è che bevevo quel bicchiere quando ero triste, quando ero felice, quando ero stressata, quando mi volevo premiare. Ci sono tanti che lo fanno, io me ne sono accorta”.