Nel corso della settimana, ha suscitato polemica un nomignolo con il quale i ragazzi della casa del ‘Grande Fratello 2019‘ e in modo particolare Kiko Nalli hanno chiamato Michael Terlizzi. Lo hanno definito ‘calamaro'. Molti utenti hanno criticato i gieffini, rintracciando in quella parola un insulto riferito al problema che Terlizzi ha alle braccia: la sinostosi radio-ulnare.

Franco Terlizzi rimprovera i gieffini

Franco Terlizzi è entrato nella casa del ‘Grande Fratello 2019' per parlare con i concorrenti. Li ha invitati a smetterla di prendere in giro il figlio perché ha già sofferto tantissimo. Secondo quanto dichiarato dall'uomo, sarebbe stato un lavoro lungo e complesso per lui e sua moglie, distruggere il muro di insicurezza che limitava Michael:

"Michael è un bravo ragazzo. Non ha mai parlato male di nessuno di voi. Non divertitevi per i problemi che ha avuto. Ci sono voluti 32 anni per fargli capire che lui non ha niente. Per la sua insicurezza, abbiamo fatto un lavoro che non potete immaginare. Sono felice che sia venuto qua, soprattutto per sbloccarsi. Lasciatelo perdere, è un bravissimo ragazzo, ve lo dico con il cuore. Non prendetelo in giro, fatemi questo piacere".

Kiko Nalli chiama Michael ‘calamaro' poi si difende

I genitori di Michael Terlizzi sono rimasti delusi soprattutto da Kiko Nalli, dato che è un padre di famiglia. Sarebbe stato lui il primo a usare l'appellativo ‘calamaro'. Il gieffino si è difeso con forza, spiegando di avere un bellissimo rapporto con Michael e di non aver mai avuto intenzione di ferirlo, né di insultarlo. Le sue parole sarebbero state pronunciate in assoluta buonafede:

"Io con lui ho un rapporto particolare. Stai parlando con un padre. Mi uccidi così. Non esiste. Io do soprannomi a tutti. Lo chiamo ‘sgranocchione' perché sta sempre a sgranocchiare. L'ho chiamato ‘calamaro'? Ma non ha a che fare con le braccia. Chiamo chiunque così. Sono soprannomi che io do, ma te lo giuro. Barbara ti prego, non voglio sentire una cosa del genere. Io rispetto tutti. Che non esca fuori qualcosa del genere su di me".

Michael Terlizzi ha la sinostosi radio-ulnare

È stato lo stesso Michael, in confessionale, a spiegare quale sia il problema che gli impedisce di muovere adeguatamente le braccia. Il giovane ha la sinostosi radio-ulnare, una malattia scheletrica rara: "Io ho questo problema alle braccia che si chiama sinostosi radio-ulnare. Di conseguenza ho radio e ulna unite anziché separate. Siccome so che è qualcosa che prima o poi, magari prendendo un piatto, si potrebbe vedere, io sto mettendo le mani avanti, mi sto raccontando, mi sto aprendo in tutto e per tutto. Se con una ragazza ho solo una storiella non lo faccio vedere perché mi vergogno. Ci tenevo a raccontarlo perché è da stupidi tenerselo per sé".