Lory Del Santo si sta facendo conoscere dagli inquilini della casa del Grande Fratello Vip. Entrata con una settimana di ritardo a causa del dramma della morte del figlio a poche settimane dall'inizio del gioco, che sino all'ultimo ha messo in discussione la sua partecipazione al programma, l'inquilina rappresenta tuttavia ancora una figura enigmatica per alcuni compagni di viaggio, come le è stato esplicitamente detto nel corso di un gioco svolto nelle scorse ore, quando tutti sono stati chiamati a scrivere dei commenti anonimi ai coinquilini, da leggere poi ad alta voce: "Il tuo sguardo non è cristallino, sembri più che una concorrente, un'osservatrice", legge la Del Santo a fatica, non avendo con sé gli occhiali e aiutata da Giulia Salemi. Ma la risposta è pronta:

Ma io parlo dalla mattina alla sera, ammetto di osservare, ma lo faccio per parlare, comunicare, altrimenti starei zitta sempre. Io non amo il silenzio perché mi annoia, parlo più o meno con tutti quando si verifica l'occasione. Certo non aggredisco le persone, mi piace essere osservatrice perché detesto farmi un'idea sbagliata delle persone, detesto pensare male delle persone solo per sentito dire e dei pettegolezzi, a me piace andare a fondo delle cose, quando ho un dubbio mi piace andare a sentire e mi piace veramente l'idea di essere io la persona che si fa un'idea giusta delle altre persone che mi stanno vicino.

Risposta da cui discende un applauso degli altri inquilini della casa, che evidentemente apprezzano la schiettezza e l'apertura mentale ostentata dalla showgirl.

Lory Del Santo è entrata al Grande Fratello Vip nel corso della seconda puntata. Molte le titubanze della produzione, nonché dell'opinione pubblica, rispetto alla sua scelta di prendere parte ugualmente al gioco, nonostante il suicidio del figlio Loren a poche settimane dall'inizio del reality. Lei stessa aveva raccontato di avere inizialmente rinunciato, per poi tornare sui suoi passi e capire di voler vivere questa esperienza interpretandola come una possibilità per ritrovare un po' di serenità.