AGGIORNAMENTO 30/11/18 ore 10.40 – Fanpage.it ha raggiunto telefonicamente Ivano Chiesa, legale rappresentante di Fabrizio Corona per un commento sulla ricostruzione. L'avvocato non ha voluto rilasciare nessun commento e nessuna dichiarazione, precisando di attendere la decisione del Tribunale di Sorveglianza.

Fabrizio Corona rischia di tornare in carcere perché per l'accusa, rappresentata nell'udienza tenutasi lunedì scorso dall'avvocato generale dello Stato Nunzia Gatto, l'affidamento che gli è stato concesso a febbraio si è rivelato un "fallimento". Per una serie di violazioni che sono poi sfociate in situazioni pubbliche come la furibonda lite con Ilary Blasi. Ma, proprio quella lite, altro non sarebbe stato che il frutto di un accordo commerciale tra lo stesso Corona e la produzione, un copione scritto, e quindi "lavoro". Lo sostiene la difesa dell'ex agente fotografico in un documento ufficiale depositato agli atti del procedimento in cui il Tribunale di Sorveglianza di Milano deciderà se confermare o meno l'affidamento terapeutico a Fabrizio Corona per la dipendenza psicologica dalla cocaina.

La lite tra Fabrizio Corona e Ilary Blasi

Non sappiamo se si tratti di un escamotage della difesa, dato che questa dichiarazione sembra essere l'unico modo per evitare a Fabrizio Corona il carcere fino al giugno 2022. L'accusa lo vuole dentro per una serie di violazioni: il rientro a casa negli orari prefissati, la mancata presenza alle forze dell'ordine per i controlli, la gestione della sua società, fino all'uso smodato di social e tv. E quella lite avvenuta lo scorso 25 ottobre al Grande Fratello Vip, che ha generato grandi ascolti per la trasmissione condotta da Ilary Blasi. Ma la difesa spiega ai giudici che quella lite era lavoro per lui. In una memoria depositata agli atti e riportata oggi dal Corriere della Sera, leggiamo:

L'intervento in trasmissione e la successiva querelle con Ilary Blasi erano evidentemente frutto di un accordo al fine di incrementare gli ascolti di una trasmissione che non stava dando i risultati sperati.

E questa cosa si evince, stando ai legali, in quel famoso video diffuso in rete in cui Fabrizio Corona sembrava stesse studiando una parte.

La denuncia di Ilary Blasi e Mediaset non esiste

La lite organizzata e orchestrata dalla produzione si evince, stando alle dichiarazioni dei legali, anche dal fatto che non c'è stata "alcuna formale denuncia" contro Fabrizio Corona, né da parte di Ilary Blasi, né per i danni che avrebbe causato dopo la trasmissione a un camper della produzione.

Quanto ha guadagnato Fabrizio Corona

Fabrizio Corona dichiara anche i suoi guadagni alla Procura: 35mila euro per il "Grande Fratello Vip", 15mila per la "Repubblica delle Donne", 50mila per le due puntate a "Verissimo" e un totale di 200mila euro, compreso "Non è l'Arena". Tutto fatturato dalla società che gestisce i suoi diritti d'immagine, la Atena. Per questo, la difesa chiede al Tribunale di Sorveglianza di fare distinzione tra il personaggio pubblico e quello privato, che starebbe ottenendo grandi risultati nel suo percorso di recupero.