Il coming out è arrivato due domeniche fa a Domenica Live, di fronte ad una materna Barbara D'Urso e un pubblico in religioso silenzio. Marco Carta, vincitore di Amici, Tale e Quale Show e Sanremo 2009, ha dichiarato davanti a milioni di persone la sua omosessualità. Il cantautore, originario della Sardegna, si è confessato a cuore aperto, parlando della paura (passata) di "mostrarsi" per quello che davvero è, del timore dei giudizi, della ferocia dei social, del dolore nascosto per anni. Carta ha deciso di raccontarsi senza remore ed incertezze. Ha voluto liberarsi dal peso di un segreto non detto ai più (ne era a conoscenza solo la sua famiglia) per diventare esempio di coraggio, soprattutto per i giovani: "Voglio liberare la mia anima, il mio corpo. Sono davvero molto felice, mi sento 30 chili in meno", ha dichiarato nel programma domenicale.

Marco Carta e il desiderio di un bambino

Marco Carta in questo periodo appare sereno e continua la sua carriera da cantante, il suo cuore batte per un nuovo amore, un compagno sconosciuto al mondo dello spettacolo di cui non rivela il nome per proteggerlo da pettegolezzi e tutelare la sua privacy. Oggi, intervistato dal Corriere della Sera, aggiunge un tassello in più della sua vita privata ed affida, alle pagine del giornale, desideri molto intimi, come quello di avere un bimbo.

Da adolescente, sono stato con delle donne, però latente c’era sempre un pensiero che mi faceva paura e, se cercavo di scacciarlo, era un mostro che si faceva ancora più grande. Il pensiero era: se sarò omosessuale, non avrò figli. Mi ripetevo “non avrò figli. Non avrò figli”. E io, più di tutto, voglio una famiglia. Oggi posso dire che io figli ne avrò. Non voglio un “Cartino” col mio Dna, credo che l’utero in affitto sia inumano, sia un traffico. Sono stato cresciuto da due etero, con l’idea che avrei amato una donna e non è andata così. Perché dobbiamo credere che se avessi avuto invece due mamme o due padri sarei stato in automatico omosessuale? Io so che posso dare a un bambino un amore enorme e che questa, per lui, è l’unica cosa che conta.

La scomparsa dei genitori

Il cantante, diventato famoso grazie al programma di  Maria De Filippi, che in questo percorso l'ha appoggiato e incoraggiato, è stato davvero un libro aperto ed ha parlato degli zii, coi quali è cresciuto dopo la scomparsa della mamma, morta di tumore quando lui era solo un bambino e di un'assenza che l'ha profondamente fatto soffrire, quella del padre.

Avevo sei anni, papà aveva un’altra famiglia e non l’avevo mai conosciuto. Quel giorno, stava venendo da me e io mi sono seduto sulle scale ad aspettarlo due ore prima e non è mai arrivato. Due anni dopo, è morto. La rabbia è stata tanta. E tutta inutile. Ero più arrabbiato con la morte che con lui. Ho unito i due ricordi perché mi sono sempre chiesto se, nell’omosessualità, ho cercato quello che non ho avuto.

Il fidanzamento con Valentina Mele e Valentina Tarsitano

Marco non ha da subito accettato la propria omosessualità, infatti, come da lui dichiarato, per un certo periodo di tempo, ha mentito anche a sé stesso. È stato fidanzato con due ragazze e, alla domanda sulle relazioni passate con Valentina MeleValentina Tarsitano, entrambe ballerine di Amici, il 33enne ha così risposto:

Con Valentina Mele ho voluto darmi una possibilità. Mi restava quel pensiero fisso, ma lei non lo sapeva. Con Valentina Tristano, abbiamo fatto foto che si potevano equivocare, lei ha dato un’intervista poco chiara, ma eravamo solo amici e lei sapeva tutto.

I personaggi gay e la paternità

Sono molti i personaggi del mondo dello spettacolo e della musica che, dopo aver dichiarato la propria omosessualità, sognano di poter diventare un giorno padri. È questo il caso del giornalista Alfonso Signorini, il quale, proprio come Carta ha dichiarato di essere contrario alla maternità surrogata e di voler un giorno adottare un bimbo. Stesso discorso per il cantante Tiziano Ferro, ultimamente protagonista di un equivoco dal quale è nato un pettegolezzo che lo voleva papà, poi smentito dal diretto interessato. Ferro non ha mai nascosto la volontà di voler avere un bambino, dichiarando di essere disposto a crescerlo anche da solo, qualora non dovesse trovare la persona giusta con cui prendersi cura di un bebè. Per questo, ha frequentato un corso in America per aspiranti genitori.

Altre grandi star sono riuscite invece a coronare il proprio sogno. Si ricorda la pop star Ricky Martin, legato all'artista siriano Jwan Yosef, insieme hanno due splendidi gemellini. Il cantante Elton John che, con il suo sposo, il regista canadese David Furnish è diventato papà di due pargoli e ancora l'attore Neil Patrick Harris, compagno del collega David Burtka (sono stati insieme protagonisti della serie tv How I Met Your Mother) con il quale ha adottato due bimbi, finendo poi con il regista Matt Bomer che, dopo aver detto sì a Simon Halls, a 50 anni, ha deciso di portare a casa ben 3 ragazzini. Queste, sono solo alcune delle coppie del jet-set internazionale che, attraverso il loro esempio, tentano di gridare al mondo che un'altra "normalità" non solo è possibile, ma rende anche felici.

Una carriera inarrestabile

Intanto, continua a gonfie vele la carriera dell'ex concorrente di Amici. Dal 29 ottobre è disponibile su tutte le piattaforme digitali il suo nuovo singolo "Una foto di me e di te". L'artista sardo ha deciso di raccontarsi anche attraverso la sua musica, infatti la canzone ha un testo autobiografico:"Il brano parla di due appuntamenti. Il primo è quello mancato con mio padre, il secondo è il primo bacio che ho dato a un ragazzo che ho amato".