Francesca De Andrè, concorrente del Grande Fratello 16, parla dell’amore finito con Daniele Interrante. Ospite della Casa di Cinecittà, la figlia d’arte ha raccontato di avere deciso di chiudere quella relazione dopo avere registrato la presunta indisponibilità dell’ex compagno a dedicarle le attenzioni che sentiva di meritare. “Io davo 100 e pretendevo uno” commenta Francesca che prosegue “Facevo la donna, facevo tutto ma non bastava mai e veniva dato per scontato. Io  le persone ingrate che danno per scontate le cose non le sopporto”.

La versione di Francesca a due anni dall’addio

Francesca svela i retroscena dell’addio, attribuendo al suo ex la maggior parte delle responsabilità: “Se uno lascia andare un amore per codardia e vigliaccheria, manca un grado di maturità. Uno deve avere voglia di imparare a fare le cose, se uno non ha voglia è finita”. Già in passato aveva parlato in questi termini della separazione dall’ex fidanzato, incontrato poco dopo la rottura tra lui e Guendalina Canessa, madre della figlia Chloè: “Se non fosse stata per colpa di Daniele e della sua superficialità, non saremmo arrivati questo”.

La diffida del padre Cristiano

Originariamente, la De Andrè sarebbe dovuta entrare nella Casa del GF insieme alla sorella Fabrizia. Il forfait di quest’ultima è arrivato durante la diretta della seconda puntata, con la donna che ha motivato il suo rifiuto, spiegando che temeva non avrebbe retto alla nostalgia nei confronti del suo bambino, nato appena 15 mesi fa. Francesca, dunque, ha deciso di entrare nella Casa da sola. Lo ha fatto nonostante la diffida ricevuta dal padre Cristiano pochi giorni prima. Il cantautore si è rivolto a un legale affinché non si parlasse del rapporto con le figlie nel corso della loro permanenza al Grande Fratello.