Il tema del momento, in ambito televisivo, è senz'altro il caso Corona/Fogli, che ha scatenato un vero e proprio terremoto mediatico all'Isola dei Famosi 2019, mettendo a rischio la stessa trasmissione di Canale 5. Il video di Fabrizio Corona contro Riccardo Fogli, mandato in onda in prima serata con la pubblica umiliazione di un artista con 50 anni di carriera alle spalle, è una pagina nera nella storia di Mediaset di cui si parlerà ancora a lungo. Ne sono seguite le scuse dello stesso Corona, che però non sono bastate a placare lo scandalo. Ecco, punto per punto, la ricostruzione del caso.

Il videomessaggio di Fabrizio Corona

Tutto è partito da un gossip lanciato dal sito di Fabrizio Corona, che ha parlato del presunto tradimento di Karin Trentini, moglie di Fogli, con l'imprenditore Giampaolo Celli. Entrambi hanno negato e Fogli, impossibilitato a difendersi del tutto perché trattenuto in Honduras, ha creduto alla versione della compagna, sfidando chiunque avesse messo in giro l'indiscrezione. Chiamato in causa, Corona non si è fatto pregare e ha inviato all'Isola il videomessaggio che ha scatenato l'inferno, un vero e proprio attacco frontale alla vita privata del cantante:

Sono io il bastardo che ha messo in giro la notizia. Devi imparare che anche se hai 75 anni, se accetti di partecipare a un reality, devi accettare tutto quello che viene pubblicato. Se tua moglie ti ha tradito per 4 anni, devi imparare ad accettarlo. Prima del duello ti ricordo che io dentro il mio iPad ho le prove del tradimento di tua moglie con il mio amico. Non per un anno, non per due, ma per quattro anni. Ti dirò di più, io li ho frequentati insieme. Siamo andati a tante feste insieme, siamo stati a tante cene insieme. Noi che ci avviamo all’età anziana e stiamo con donne giovani, dobbiamo accettarlo. Forse ci sono degli accordi, ma quando le cose diventano pubbliche è meglio dire ‘ok, ci sta’. Alla fine siamo tutti un po’ cornuti Riccardo.

La scena travolta da una pioggia di critiche

Ben più dei presunti spinelli di Monte della precedente edizione, la squallida scena andata in onda nel corso dell'ottava puntata ha scatenato un'infinità di attacchi e di critiche. Contrariamente a quanto sperato dal reality, l'apparizione di Corona non ha attratto più di tanto il pubblico, che ha risposto con un timido 16% di share e per giunta si è sentito preso in giro dal programma. Per la prima volta, non si sono indignati solo gli spettatori, ma un esercito di star dello spettacolo hanno stigmatizzato la scena, a partire dalle opinioniste dell'Isola Alba Parietti e Alda D'Eusanio che si sono dissociate dalla scelta di mandare in onda Corona. Tra i detrattori è persino intervenuta la ex di Corona, Belen Rodriguez, cui Fabrizio ha peraltro risposto con un'invettiva tutt'altro che tenera. Moltissimi sono i vip che si sono schierati dalla parte di Fogli, a partire dai vecchi amici Pooh. Il commento forse più appropriato è quello di Nino Formicola, uno che l'Isola la conosce bene (vinse nel 2018) e che ha definito la puntata "Una delle pagine più tristi della storia della televisione". L'unico a uscire bene da questa storia, per paradosso, è stato proprio Fogli, che ha reagito da signore ed è rimasto in gioco continuando a credere alla buona fede della moglie.

Le successive scuse di Corona

In apparenza pentito, e puntuale come un orologio svizzero, Corona ha scritto anche il successivo capitolo della querelle, convocando addirittura una conferenza stampa per scusarsi pubblicamente con Fogli: "Ho provato a immedesimarmi in lui e mi sono rivisto in galera. Qui viene la parte umana, che non mi ha fatto dormire tre giorni. Ho ferito una persona che non meritava di essere ferita, non bisogna fare del male alle persone impotenti", ha dichiarato Corona, definendo il videomessaggio "il punto più basso della mia carriera" ma stando bene attento a dividere la responsabilità del gesto con la produzione.

L'Isola dei Famosi rischia di sparire da Canale 5

E Mediaset, non a caso, è già corsa ai ripari, facendo rotolare alcune teste. L'azienda ha allontanato Cristiana Farina, capoprogetto del reality, e alcuni autori i cui nomi non sono ancora stati rivelati (Gabriele Parpiglia ha smentito il licenziamento). L'impressione è che ci sia una forte tensione tra gli alti vertici del Biscione e la produzione del programma. Considerato che già lo scorso anno si arrivò vicino a una guerra interna per lo scandalo del cosiddetto "canna gate", il caso Fogli potrebbe aver segnato un punto di non ritorno nella storia del programma. Non è assurdo ipotizzare che Mediaset decida di non mandare in onda l'Isola nel 2020 e lasciarla per un bel po' in stand by.